Vmware rilascia Esx 2.5

Pronta la nuova versione del server di virtualization della divisione di Emc.

Vmware ha aggiornato la propria offerta di sistemi di virtualizzazione delle risorse informative.


Il passo più importante è il rilascio della versione 2.5 di Esx, il server di virtualizzazione della divisione di Emc, che è stato completato con funzioni di storage avanzate, installazione automatica, supporto per rack e blade di Dell, Hp e Ibm e di vari sistemi operativi.


Le funzionalità aggiuntive di storage networking riguardano la trasparenza delle Storage area network, per l'accesso a una San dall'interno di una macchina virtuale, come se questa fosso un sistema fisico, e la possibilità di inizializzare il kernel di Esx direttamente dalla San. In sostanza, si possono utilizzare software di backup e replica in una San su più macchine virtuali, che girano su un singolo server.


Esx 2.5 è anche dotato di script per l'installazione multi server e supporta i sistemi operativi FreeBsd 4.0, SuSe Linux Enterprise Server 9 e Windows Small Business Server 2003, facendoli girare come sistemi ospiti su macchine virtuali.


Esx 2.5 include anche le Api del Cim (Common Information Model) e un Sdk per abilitare il controllo dell'host e dei server virtuali da un client Cim o da tool di gestione compatibili.


Abbinato all'aggiornamento del server di virtualizzazione c'è Virtual Center 1.2, che punta ad automatizzare la migrazione e la gestione di sistemi virtuali fra i server Gsx ed Esx di Vmware.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here