Vmware porta la mobilità in una suite

Un approccio sistemi all’end user computing, che si traduce nello sviluppo di una suite, Horizon, nella quale si integrano soluzioni Vdi, gestione centralizzata delle immagini desktop e un ambiente di lavoro gestito.

È una delle tre priorità di questo 2013 per Vmware l’end user computing.
Accanto ai grandi temi del cloud ibrido e del software defined datacenter, la società ha messo al centro della sua attenzione anche l’end user computing, ”andando a indirizzare - come spiega il regional manager Alberto Bullani - il nuovo scenario, nel quale con il proliferare dei dispositivi, con un nuovo concetto di user experience e con le nuove aspettative da parte degli utenti, cambiano i modelli di business, di uso e di gestione”.
Un cambiamento cui Vmware non si è sottratta: se prima la società indirizzava tematiche diverse con soluzioni differenti, oggi per la prima volta si sposta verso un approccio più sistemico con una soluzione integrata.

Lo conferma Luca Zerminiani, system engineer manager: ”Oggi diamo sostanza a una visione di trasformazione del modo di lavorare dell’end user annunciata ormai un anno fa e oggi concretizzata attraverso una soluzione specifica”.
Nella sostanza, dopo aver cambiato il panorama dei datacenter con le sue soluzioni di virtualizzazione lato server, oggi Vmware si sposta verso il posto di lavoro dell’utente finale con una soluzione che cerca di dare risposte sia agli end user, che possono utilizzare i dispositivi e le modalità operative che preferiscono, sia i responsabili It, che possono garantire la fruibilità di dispositivi e applicazioni ”con tutti i crismi di sicurezza e controllo che l’it deve avere”.

La soluzione si chiama Horizon Suite, entrerà in general availability nel mese di marzo, ed è costituita in parte da elementi del tutto nuovi, in parte da importanti upgrade di soluzioni esistenti.
Si tratta di una piattaforma che poggia su tre pilastri fondamentali, che indirizzano le esigenze dell’utente finale, il mondo virtuale, quello fisico e la mobilità, non solo dal punto di vista tecnologico, ma anche dal punto di vista dell’evoluzione del posto di lavoro, così come finora concepito.
”Si modernizza il posto di lavoro - spiega Zerminiani - perché lo si porta verso una gestione centralizzata, avvicinando nel contempo il desktop all’idea di servizio”.

I tre pilastri che costituiscono la suite sono Horizon View, Horizon Mirage e Horizon Workplace, aggiornamenti delle precedenti soluzioni View e Mirage i primi due, soluzione del tutto nuova la terza.

View, giunta alla release 5.2, virtualizza desktop e applicazioni nel datacenter, trasfromndo di fatto i pc fisici in servizi It centralizzati, semplifica il management e il Tco, consente un roaming sicuro verso i desktop virtuali. Tra le novità integra supporto alle capacità gestuali, così da permettere all’utente di operare su smartphone e tablet sfruttandone le funzionalità touch, consente un accesso semplificato ai desktop remoti utilizzando qualsiasi browser Html5, senza dover prima installare alcun software client. Non manca poi supporto accelerato per grafica 3D.

Mirage, giunta a sua volta alla release 4.0, è complementare alla proposta Vdi di View: centralizza le immagini dei desktop degli utenti, lasciando in locale l’esecuzione dell’immagine. Si tratta, in sintesi estrema, di una soluzione di gestione con un’immagine stratificata che separa il pc in strati logici di proprietà gestiti sia dall’It sia dall’utente: in questa release consente la creazione di strati custom, garantendo una maggiore granularità, ed estende inoltre il supporto per ambienti virtuali Windows su Mac con un free bundle di Vmware FusionProfessional.

Infine, come già accennato, la novità è rappresentata da Workspace, un vero e proprio ambiente di lavoro che consente agli amministratori It di allocare dati, applicazioni e desktop sia per singolo utente sia per gruppi, lasciando a ciascuno la libertà del provisioning.
L’obiettivo è garantire a tutti accesso rapido a dati, applicazioni e desktop su qualunque dispositivo, mantenendo una gestione centralizzata e assicurando l’applicazione e il rispetto delle policy.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here