Vmware Partner Exchange 2012, una nuova era per il cloud

All’appuntamento di Las Vegas, nuovi programmi, riconoscimenti e il lancio di ulteriori Solution Competency per fornire ai partner i giusti strumenti per accompagnare Pmi e clienti enterprise verso la nuova fase dell’It as a Service.

È una settimana ricca di eventi quella che, a Las Vegas, in Nevada, ha tenuto impegnati gli esperti It intervenuti da tutto il mondo per prender parte alla Vmware Partner Exchange 2012, tappa obbligatoria per chi è interessato a fare il punto sulla nuova era del cloud computing.

Tra boot camp, conferenze e sale espositive, il colosso a stelle e strisce nella virtualizzazione e nell'infrastruttura per il cloud ha dato nota di nuovi programmi, assegnato riconoscimenti e varato ulteriori Solution Competency all’interno del proprio Solution Provider Program.

Proprie quest’ultime, riguardanti Virtualization of Business-Critical Applications, Infrastructure as a Service e Management (quest’ultima disponibile solo entro la fine del primo trimestre in corso - ndr), non possono passare in sordina, se è vero che i partner che detengono almeno una Solution Competency, venderebbero, in media, 3,5 volte di più rispetto a coloro che non ne possiedono.

Vero o non vero, i partner appartenenti alle categorie Premier ed Enterprise del già citato Vmware Partner Network sono, ora, tenuti a guadagnarsi nuove Solution Competency per rafforzare il valore strategico nei confronti dei propri clienti.

Un valore che, riproposto sulle tre new entry appena annunciate, permetterà, rispettivamente, di fornire indicazioni e soluzioni per virtualizzare applicazioni business-critical come Exchange, Sql, Oracle e Sap; di accelerare il delivery di soluzioni e servizi per cloud ibridi Vmware da parte dei partner estendendone le competenze in materia; di assistere e ricompensare i partner che supportano i clienti a semplificare e automatizzare le operazioni degli ambienti virtuali e cloud attraverso la Vmware vCenter Operations Management Suite.

Intanto, Oltreoceano, all’interno del Vmware Partner Exchange non sono mancate iniziative per la formazione e l'abilitazione finalizzate a supportare, dalle Pmi alle realtà enterprise, i clienti Vmware nei confronti di un'opportunità come il cloud che, veicolata sul mercato dai partner di canale, non può che essere sostenuta da una ricca offerta di contenuti e programmi di enablement finalizzati a supportare il processo di crescita e trasformazione delle imprese per il cloud.

In tale ottica vanno, infatti, lette le novità 2012 riguardanti i programmi di incentivazione secondo le quali, i partner che registrano contratti mediante Vmware advantage+ relativamente a nuovi clienti potranno richiedere un nuovo bonus sconto backend.
Attraverso Solution Rewards, i partner dotati di Solution Competency potranno, invece, richiedere un bonus sconto per prima vendita nel momento in cui realizzeranno per la prima volta, presso un cliente già acquisito, una nuova soluzione al di fuori della Solution Competency Infrastructure Virtualization.

Il tutto supportato da Partner Rewards Incentive Management Platform, il nuovo tool che mette a disposizione dei partner report e cruscotti intuitivi per seguire e gestire i premi finanziari ottenuti attraverso i programmi di incentivazione advantage+ e Solution Rewards.

Tutto qui? Non si direbbe proprio.

Tra gli annunci del vendor che, nel 2011, a livello worldwide, attraverso la propria Partner University ha addestrato oltre 215mila persone, c’è anche quello di un nuovo programma rivolto ai partner che si occupano principalmente di consulenza e che, attraverso il Consulting and Integration Partner Program, potranno beneficiare di un approccio collaborativo al field engagement e un enablement tecnico in base alle practice.

I vantaggi del programma, è la promessa di Vmware, comprenderanno supporto per soluzioni verticali e tecnologiche specifiche, pianificazione business congiunta e gestione delle pipeline di progetto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here