Visa aiuta a combattere le frodi online

La nuova soluzione punta a idenditificare con certezza il cliente che sta effettuano il pagamento su un sito di commercio elettronico.

Il ramo statunitense di Visa ha messo a disposizione delle banche che rilasciano le carte di credito di questo circuito una nuova tecnologia volta a combattere il fenomeno delle frodi su Internet. Per Jim McCarthy, vicepresident di e-Visa "lo scopo è quello di eliminare il fenomeno alla radice". La tecnica dovrebbe essere disponibile su larga scala entro il periodo degli acquisti natalizi e si basa sulle ricerche e i prodotti della società Arcot Systems. In particolare, la piattaforma software per l'autenticazione dei pagamenti TransFort consentirà alla banca emettitrice di idenditificare con certezza il cliente che sta effettuano il pagamento su un sito di commercio elettronico. Il sistema funziona visualizzando sullo schermo del dispositivo utilizzato per la transazione una finestra che invita l'acquirente a inserire una password. Prima di autorizzare il pagamento la banca verificherà l'effettiva corrispondenza tra questa password e i dati relativi al titolare della carta. Nel complesso oggi Visa calcola 7 centesimi di dollaro in frodi ogni 100 dollari transati. Quota che sale a 24 centesimi di dollaro se i 100 dollari vengono spesi online.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here