Vidyo, la videoconferenza al cubo

Le novità di prodotto e lo scenario italiano nella visione del responsabile Semea Fabio Tessera.

Nonostante l’effetto downpricing abbia fatto registrare lo scorso anno una contrazione nel mercato della videocomunicazione, Fabio Tessera vice presidente Semea di Vidyo, è positivo.
Innanzi tutto perché ci sono segmenti nei quali le crescite registrate sono addirittura a due cifre, ”nel 2013 si è parlato di un incremento del 45% nelle soluzioni di videocomunicazione per device mobili, con prospettive di crescita ulteriore del 60 per cento in questo 2014”, poi perché il numero degli utenti è destinato a salire, Gartner parla di oltre 200 milioni di utenti di servizi di videocomunicazione via pc, e poi perché in particolare in Italia le attività di Vidyo sono andate e stanno andando in decisa controtendenza, con un raddoppio anno su anno.

”La novità importante è che le aziende stanno cominciando a sviluppare progetti seri sulla videocomunicazione via terminali mobili e in questo ambito noi ci stiamo muovendo bene”, prosegue Tessera, che parla di progetti interessanti anche nell’ambito della pubblica amministrazione, citando tra gli altri una soluzione pensata per il Ministero della Difesa, che prevede sia la configurazione da sala, sia, per l’appunto, quella mobile.
”Un altro progetto è partito con la Regione Liguria e qui si parla di risparmi per un milione di euro”, mentre continuano le attività anche negli ambiti della telemedicina, della formazione, dell’education.

Quanto alla strategia commerciale, Vidyo conferma la scelta di ItWay come Master Distributor e del classico two tier.
”Si lavora con integratori che sviluppano soluzioni ad hoc in base al tipo di clientela, mentre stiamo registrando un interesse crescente da parte dei service provider, che propongono la videoconferenza come servizio in cloud.

E poi ci sono le novità di prodotto.
In questi mesi la società ha aggiornato e migliorato tutte le sue soluzioni con l’obiettivo di
innovare la telepresenza personale affidabile e di qualità su tutte le categorie di device, dal desktop al pad, allo smartphone.
Le ultime novità, arrivate con la versione 3.0, sono VidyoDesktop 3.0, VidyoWeb e l'app di controllo VidyoRemote (iOs e Android), mentre ulteriori aggiornamenti riguardano la fruizione di Vidyo anche nel classico browser.
Con il nuovo plug-in, infatti, gli utenti di Lync possono anche invitare gli utenti non Lync o gli altri ospiti ad unirsi in click-to-connect all'interno dei browser più diffusi tra cui Internet Explorer, Safari, Chrome e Firefox. Per le riunioni in programma, Vidyo offre un plug-in per Microsoft Outlook che consente agli utenti di trasformare ogni chiamata in un incontro Vidyo semplicemente cliccando su un url. Il nuovo plug-in Vidyo per Lync supporta Microsoft Lync 2010 e 2013 e usa le Api di Microsoft per integrare le Unified Communications di Lync con l'alta qualità di Vidyo attraverso un singolo client.
All'interno delle novità di VidyoConferencing 3.0 troviamo anche due nuovi sistemi da sala, VidyoRoom HD40 e VidyoPanorama 600. Basati sui chip Intel Nuc (Next Unit of Computing), le unità compatte di elaborazione costruite da Intel sui chip Core i3 ed i5 di quarta generazione.

Infine, è interessante dedicare una riflessione alla tecnologia che ha abilitato le funzionalità audiovideo di Google e dei suoi hangout. La piattaforma di comunicazione e collaborazione Vidyo è estremamente flessibile e facilmente personalizzabile per specifiche tipologie aziendali e per le esigenze di videoconferencing dei mercati verticali. L’architettura brevettata VidyoRouter è impostata sull'Adaptive Video Layering, che ottimizza dinamicamente i video per qualsiasi terminale utilizzando una tecnologia di compressione basata sul protocollo H.264 Scalable Video Coding (Svc) e il Vidyo Ip. L’Adaptive Video Layering permette di eliminare l'Mcu (Multipoint Control Unit) dal lato del fornitore, offreendo error resiliency, bassa latenza e rate matching frequente su Internet, Lte, 3g e 4g.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here