Videosorveglianza a basso impatto per l’Università per Stranieri di Perugia

Con 22 videocamere, 3 registratori di rete Nvr e 7 switch D-Link, Adalab monitora il prestigioso ateneo dedicato a insegnare e a diffondere la lingua italiana.

Una soluzione di sorveglianza su Ip professionale e moderna.
È quanto scelto dall’Università per Stranieri di Perugia che, per garantire un efficace controllo di tutto il complesso universitario costituito dalla sede centrale di Palazzo Gallenga Stuart (nella foto la facciata) e da quattro sedi distaccate, ha optato per la videosorveglianza D-Link.

In tutto 22 videocamere, 3 registratori di rete Nvr e 7 switch per monitorare il prestigioso ateneo dedicato all’insegnamento e alla diffusione della lingua italiana con un sistema considerato poco invasivo e in grado di controllare i numerosi accessi alla struttura, posti anche a notevole distanza tra loro.

Tra le necessità espresse: preservare il patrimonio di beni materiali e immateriali rappresentati dalla palazzina del XVIII secolo garantendo l’incolumità delle persone, dissuadendo 
atti di vandalismo e, laddove necessario, fornendo prove video di eventuali atti criminosi.

Il tutto attraverso le soluzioni firmate D-Link che, implementate nella rete esistente dal partner Adalab, specializzato in consulenza e installazione di soluzioni It, consente ora alla prestigiosa università di beneficiare di un’installazione non invasiva, con cablaggi minimi e poche tracce da creare nei muri.

Utilizzate sia per monitorare con discrezione l’esterno senza alterarne la facciata caratterizzata da blocchi di grandi finestre, cornicioni e pilastri, sia per gli interni di pregio architettonico, come il vestibolo e lo scalone d’ingresso, le videocamere professionali Day&Night Dcs-7110 sono state, infatti, impostate 
per inviare avvisi email e snapshot ad alta definizione in presenza di movimenti effettuati anche 
in totale oscurità.

Non solo.

Grazie alla funzione di rilevamento delle manomissioni, la videocamera avvisa il responsabile della sicurezza anche nel caso in cui venga reindirizzata, messa fuori fuoco, bloccata o coperta con spray.

Installata nelle aree di maggior pregio per non intaccare la bellezza di decori e modanature, la videocamera Full Hd Cube Dcs-2230 è, invece, dotata di Cpu per una visione panoramica di un’area molto estesa o il dettaglio di una porzione video selezionata, grazie al Pan tilt zoom elettronico di cui è dotata.

Capaci di garantire un risparmio energetico nei momenti di non utilizzo, alcuni apparati switch D-Link Green Gigabit sono stati integrati nel network preesistente al fine di incrementare l’ampiezza di banda, migliorare i tempi di risposta e soddisfare pesanti carichi di lavoro e traffico video in alta risoluzione.

Infine, a completamento del sistema di videosorveglianza, sono stati installati anche tre videoregistratori di rete D-Link Dnr-322L in grado di registrare il flusso video simultaneamente da un numero massimo di 9 videocamere ciascuno durante intervalli di tempo preimpostati o sulla base del rilevamento di movimenti.
Grazie al portale e alle app mydlink è, inoltre, possibile accedere ai videoregistratori di rete in modalità remota da computer o tramite App con il proprio smartphone. Il tutto in base ad accessi privilegiati disposti creando account utenti differenti e specificando le videocamere per cui sono abilitati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here