Veritas potenzia il disaster recovery

Le nuove versioni di Cluster Server e Volume Replicator garantiscono l’alta disponibilità dei sistemi.

16 marzo 2004

Veritas ha rilasciato due nuove versioni dei propri software dedicati alle operazioni di disaster recovery (dr).


Si tratta di Cluster Server e Volume Replicator, entrambi in versione 4.0.


Tra le nuove funzioni di Dr inserite spicca quella che consente di ipotizzare scenari di failover per verificare (in vitro) la corretta migrazione delle applicazioni sui server di backup.


Si tratta di Fire Drill, che crea una copia dell'ambiente di produzione e poi simula un crash del sistema e il susseguente ripristino della rete operativa.


Il nuovo Cluster Simulator, invece, si concentra sul failover applicativo e simula tutti i processi di migrazione dei dati su un server secondario, così come sono stati impostati dall'amministratore di sistema, per verificare la tenuta online dell'applicazione.


Presenti anche strumenti per valutare l'ampiezza di banda disponibile per le operazioni di disaster recovery.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome