Vendite pc desktop e server, la ripresa è vicina

Secondo Idc, a partire dalla seconda metà di quest’anno, gli investimenti in infrastrutture delle piccole e medie imprese dovrebbero tornare a crescere

Nel corso del 2001 le vendite di desktop
e server sono diminuite rispettivamente dell'11 e dell'1,9%. Tra le cause
determinanti il fenomeno, il taglio dei costi apportato da numerose società
intenzionate a rimandare 'a tempi migliori' i propri investimenti in
infrastrutture. Ma a quanto pare, nel corso del 2002 la situazione dovrebbe
migliorare. A sostenerlo è la società di ricerca Idc che, in una recente
analisi, ha sottolineato che la diminuzione dei prezzi del nuovo sistema
operativo Windows Xp di casa Microsoft e dei Pentium 4 di Intel potrebbero guidare la ripresa
degli investimenti. Una ripresa destinata, però, a non concretizzarsi prima
della seconda metà di quest'anno. In questo periodo le vendite nel mercato delle
piccole e medie imprese e in quello consumer dovrebbero rimanere forti,
soprattutto in Inghiltera, dove i risultati potrebbero superare le aspettative
degli analisti.
Stando alle stime di Idc, Dell continuerà a guidare la classifica
dei produttori a livello mondiale, ancora una volta grazie all'aggressiva
politica di prezzo intrapresa in quest'ultimi anni dal vendor statunitense. Alle
sue spalle, Compaq che dovrebbe, però, registrare un declino del 7,8%, mentre
Nec dovrebbe rimanere in terza posizione registrando un incremento del 5,1%,
similmente a Hp che dovrebbe riportare un +2,6%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here