Upgrade in cloud con Stellar, grazie al ritiro dell’hardware usato

Vuoi passare al cloud ma hai ancora dell'hardware e non lo vuoi buttare via?

Molti clienti vorrebbero migrare la loro infrastruttura interna in cloud o ci stanno pensando seriamente da tempo, ma hanno fatto "di recente" investimenti su hardware o software e non vorrebbero buttare via i soldi spesi.

Questa circostanza porta i clienti ad una situazione di stallo. Non si decidono a passare in cloud e, allo stesso tempo, sono contrari al pensiero di aggiornare la propria rete perchè credono che prima o dopo faranno il passo di esternalizzazione.

Nel mentre però, può capitare qualsiasi cosa e un server fuori garanzia, una procedura di backup "incerta" o software non aggiornati, non sono l'ambiente migliore su cui poggiare la propria azienda. E si parla letteralmente di poggiare, proprio perchè tutto il business di un’azienda ha oggi giorno le proprie fondamenta sull'IT.

Dialogando con i nostri partner, questo problema è emerso in più occasioni e pertanto abbiamo pensato a come affrontare la cosa. Ci è venuto in aiuto il marketing del mercato delle automobili: insegna che niente è più incentivante per il cliente dell'offerta di ritiro e di rottamazione dell'usato.

In un precedente articolo abbiamo spiegato quali vantaggi si prospettano a muoversi in tale direzione.

Questa offerta è invece uno strumento commerciale, un’arma in più che tutti i partner possono utilizzare per stimolare i clienti a prendere una decisione.
Ci auguriamo che, se il cliente non sia persuaso di passare in cloud sfruttando questa offerta, sia spinto almeno a prendere in considerazione di rinnovare il parco hardware e software installato.

A livello pratico, vi diamo la possibilità di venderci l'hardware del vostro cliente e di scontarne il valore sull'acquisto di server cloud Stellar.

In questo modo il cliente avrà salvaguardato precedenti investimenti e potrà iniziare a guardare al futuro.

A chi è rivolto?

CLIENTI FINALI
L'offerta è rivolta ai clienti dei nostri partner che hanno un parco macchine server non più vecchio di 5 anni funzionante ed operativo.

PARTNER
Ma l'offerta è rivolta anche ai nostri partner che oggi offrono direttamente servizi cloud con una propria infrastruttura, residente in un data center, sulla quale non hanno però continuato ad investire o non sono riusciti a raggiungere, al momento, i risultati desiderati.

Come funziona?

Chi è interessato deve mettersi in contatto con il reparto commerciale di CoreTech (commerciale@coretech.it) per illustrare il caso specifico.

Dovranno essere fornite informazioni basilari sul contesto per il quale si vuole sfruttare l'offerta, quindi informazioni relativamente al parco hardware, numero di server virtuali installati e software utilizzati. Una prova di acquisto del materiale hardware e delle licenze è indispensabile, così come la corrispondenza tra seriali/codici.

La valutazione economica del materiale oggetto del ritiro verrà fatta dal personale CoreTech utilizzando strumenti e metodi condivisi con il Partner.

Il progetto di migrazione verrà valutato ed eseguito insieme ai tecnici CoreTech fino alla messa in produzione del nuovo ambiente. Successivamente al "Go Live" il partner tornerà a gestire direttamente come prima l'infrastruttura del cliente.

Tutti i server Stellar sono Full Optional, ovvero dispongono di tutti i servizi ritenuti indispensabili in un ambiente di produzione, quali ad esempio: backup VM, sistema di gestione degli snapshot, software di backup per impostare qualsiasi tipo di schedulazione in autonomia, accesso console, regole firewall, monitoring con alert, console di gestione con audit.

Il partner può inoltre contare su una piattaforma White Label che gli dà la possibilità di apparire come Cloud Provider agli occhi del cliente finale.

Scrivi a commerciale@coretech.it per saperne di più.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.