Up! Userportal. Un Eap per la media impresa

Nato in collaborazione con Microsoft e basato sull’architettura .Net, il gestionale di Alfacon Team sfrutta il concetto di Enteprise application portal per offrire accesso alle informazioni e agli strumenti di lavoro aziendale. Interfaccia grafica e contenuti sono personalizzabili.

Diciotto mesi di lavoro, e un team di circa 30 persone, hanno dato vita a Up! Userportal, la soluzione per la gestione aziendale integrata proposta alle medie imprese italiane da Alfacon Team, società del friulano Gruppo Alfacon, impegnato su più fronti nei campi della consulenza, dei servizi e dello sviluppo di soluzioni informatiche. La scelta di un target così focalizzato (le medie realtà) è dovuta alla considerazione che il mercato italiano è caratterizzato, secondo i portavoce della software house, dalla mancanza di soluzioni gestionali ad hoc, e le fasce di prodotti che stanno agli estremi, destinate a grandi aziende e a Pmi, poco si adattano alle esigenze delle imprese che non si accontentano di un prodotto pacchettizzato, perché necessitano di una maggiore flessibilità.

Up! è un Enterprise application portal (Eap) concepito, in collaborazione con Microsoft, sulla piattaforma .Net. La soluzione incorpora tutte le funzionalità di un sistema Erp completo (con anche il front office del Crm e interfacciamenti B2B per gestire il canale di vendita) e le traspone nell'ottica del corporate portal, veicolando sul Web l'accesso alle funzionalità ed ereditando dai portali il concetto di possibilità di personalizzazione. Ogni utente, di fatto, accede al sistema via Internet tramite browser Internet Explorer (dalla release 5 in poi) ed è in grado di customizzare la propria interfaccia di lavoro a seconda delle esigenze. Ciò perché, alla base dell'architettura, vi è la definizione preventiva dei ruoli all'interno di un'azienda, che ha come obiettivo la produzione di interfacce utente e contenuti mirati, ottimizzando il processo di reperimento delle informazioni e l'operatività quotidiana. E l'obiettivo è proprio quello di creare un unico punto di accesso per le informazioni aziendali e per gli strumenti di lavoro, fornendo un'infrastruttura applicativa che funga da integratore “universale”. La natura espressamente Web based dell'applicazione, tra l'altro, si adatta molto bene all'ottica Asp e, non a caso, Alfacon conta molto su questa modalità di fruizione dell'applicazione, in pieno accordo, del resto, proprio con gli obiettivi di fondo dell'architettura Microsoft .Net. In sostanza, "Up! Userportal è un prodotto per la gestione aziendale che si apre sul front office Internet e sul back office", ha sintetizzato Alberto Asquini, amministratore delegato del Gruppo Alfacon. Senza dimenticare che le potenzialità del gestionale sono fondate anche e soprattutto sulla possibilità di integrare soluzioni specializzate di terze parti, come è successo nel caso della soluzione di Crm ereditata dalla partnership con Interact.

Per quanto riguarda le funzionalità specifiche, i sette moduli di Up! andranno via via a coprire le aree di amministrazione, logistica, acquisti e vendite, produzione, qualità, con l'aggiunta del Crm e degli aspetti B2B cui si accennava in precedenza. Nel dettaglio, la disponibilità delle funzioni gestionali orizzontali e basilari (contabilità, budget e controllo di gestione, magazzini e inventari, strutture operative di acquisto e vendita) dovrebbe essere già concreta, mentre la roadmap di Alfacon prevede per ottobre il rilascio del modulo dedicato alla produzione.

Entriamo, ora, nel dettaglio delle tecnologie utilizzate. L'architettura classica a tre livelli (database, accesso ai dati e interfaccia utente) ha permesso di impostare le linee guida del lavoro quando .Net era in fase puramente embrionale, consentendo, poi, di ritarare la piattaforma attorno ai nuovi standard che consentono di integrare in maniera flessibile “oggetti” di business e applicazioni differenti (quindi, Xml e protocollo Soap). Sul database utilizzato non vi sono vincoli tecnologici particolari, mentre "l'accesso ai dati avviene in modo trasparente tramite uno strato applicativo integrabile anche dall'esterno, con differenti moduli applicativi inseribili nell'architettura", come ha spiegato Asquini. Quanto al lato utente, invece, il ruolo del protagonista spetta alla Microsoft Digital Dashboard, un framework che utilizza elementi definiti Web Part per comporre interfacce basate su componenti Html e con controlli ActiveX. Oltre a realizzare interfacce che “incorporano” differenti applicazioni (posta elettronica, accesso al gestionale, spazio riservato a notizie aziendali e via dicendo), questa scelta consente anche alti livelli di personalizzazione grafica.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here