Universal parlera francese

La multinazionale francese Vivendi ha messo sul piatto un’offerta di tutto rispetto per l’acquisizione di Seagram. Con questa operazione, del valore di 33 miliardi di dollari, l’Europa metterà piede in uno dei tempi sacri dell’industria american …

La multinazionale francese Vivendi ha messo sul piatto un'offerta di
tutto rispetto per l'acquisizione di Seagram. Con questa operazione,
del valore di 33 miliardi di dollari, l'Europa metterà piede in uno
dei tempi sacri dell'industria americana del divertimento, gli
Universal Studios. L'aspetto più curioso della vicenda è la comune
origine "liguida" dei due gruppi che si fronteggiano oggi
nell'ennessimo merger annunciato. La mediatica Vivendi affonda le sue
radici nell'acqua venduta dalla Generale des Eaux (una "public
utility" fondata quasi 150 anni fa), mentre la canadese Seagram è
nota soprattutto per le attività nel settore delle bevande
alcooliche. Secondo Jean-Marie Messier, il capo di Vivendi, proprio
queste ultime attività sembrano destinate - a fusione avvenuta - alla
scorporazione e alla vendita: dalla dismissione Vivendi spera di
ricavare la somma sufficiente ad appianare i debiti di Seagram. Dal
matrimonio potrebbe nascere un degno rivale di Aol Time Warner. Oltre
agli Universal Studios e alle edizioni discografiche e musicali di
Seagram, entrerebbero in gioco le numerose partecipazioni di Vivendi
nei mercati televisivi, editoriali e Internet. Interrogato dal
network radiofonico francese Europe 1, Messier ha dichiarato di
puntare alla costituzione di una delle più grandi media company su
scala mondiale, con nuovi prodotti per la telefonia mobile e
Internet. Non si conoscono per ora ulteriori dettagli, ma i consigli
di Vivendi e Canal Plus avrebbero già dato la loro approvazione
all'accordo, che prevede anche, a quanto sembra, l'acquisto da parte
di Vivendi della quota del 51% di Canal Plus non ancora posseduta. Il
capo della nuova entità sarà lo stesso Messier mentre Edgar Bronfman
Junior, amministratore di Seagram diventerà vicepresidente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here