Unisys vuole gestire le identità

Il settore Im è promettente e la casa della Pennsylvania si compra e-Presence per 11,5 milioni di euro. Ora rivaleggia anche con Netegrity, Rsa e Verisign.

28 ottobre 2003

Unisys vuole orientarsi con decisione all'Identity management. Per questo motivo ha provveduto all'acquisto della società e-Presence, specializzata in servizi di business per la sicurezza, con particolare focus sull'Im.


Costata 11,5 milioni di dollari pronta cassa, l'acquisizione esclude gli asset che e-Presence (una volta proprietà di Banyan) ha in Swichboard, un provider di servizi Internet sul taglio delle "pagine gialle".


L'operazione conferma quanto Unisys abbia identificato nell'Im una precisa area di sviluppo per i servizi alle imprese che rappresentano il suo tradizionale bacino di utenza, come quelle facenti parte dei settori Pa e distributivo, settori che, stando a molti analisti, nei prossimi anni investiranno ingenti risorse nel comparto della sicurezza gestita.


In tal senso, acquisendo tecnologia, Unisys si mette su un piano di competizione diretta con i classici operatori dell'Im, quali Verisign, Rsa Security e Netegrity, senza citare l'ormai classico rivale della società della Pennsylvania, Ibm, nella figura della divisione Global Services.


Unisys, che già integra nelle architetture offerte soluzioni di Im come le smart card, i dispositivi biometrici, le Pki e vari tool sofyware di gestione delle persone, con l'acquisizione di e-Presence ha anche la possibilità di consolidare il pacchetto d'offerta Im declinato sulle infrastrutture Microsoft.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here