Un’interpellanza per cambiare le regole Consip

Luglio 2003, Il Gruppo Ds-l’Ulivo ha rivolto un’interpellanza al presidente del consiglio firmata dal presidente del gruppo Luciano Violante e dagli onorevoli Mauro Agostini e Vincenzo Visco, in cui si chiede di modificare le regole per le gare Consip. …

Luglio 2003,
Il Gruppo Ds-l'Ulivo ha rivolto un'interpellanza al presidente del consiglio
firmata dal presidente del gruppo Luciano Violante e dagli
onorevoli Mauro Agostini e Vincenzo Visco,
in cui si chiede di modificare le regole per le gare Consip. Il gruppo politico
denuncia la situazione in cui si troverebbero migliaia di piccole e medie aziende
del settore It a seguito di una non equilibrata gestione del meccanismo di acquisti
centralizzati di beni e servizi per le Pubbliche amministrazioni tramite la
Consip, organismo preposto creato quattro anni fa. Le piccole aziende, si legge
ancora nella nota del gruppo parlamentare, riuscivano a permanere sul mercato
grazie alla fornitura di beni e servizi resi ad amministrazioni locali e alle
Regioni, mentre ora si trovano escluse da convenzioni che hanno l'effetto di
privilegiare poche grandi imprese, in danno a una struttura produttiva, come
quella italiana, costituita da numerose aziende di dimensioni medio-piccole,
ottenendo il risultato opposto rispetto a quello dichiarato di agevolare la
trasparenza e la concorrenza.

Il gruppo ricorda, inoltre, che già il 30 gennaio di quest'anno
l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha formulato
dei rilievi in merito ad alcuni bandi di gara della Consip. Tra le modifiche
richieste, la più importante riguarda l'abrogazione della norma
dell'articolo 24 della legge finanziaria per il 2003 che abbassa a 50mila
euro la soglia comunitaria per gli acquisti al di fuori del sistema Consip.
All'interpellanza seguirà una proposta di legge e la presentazione
di una risoluzione in commissione bilancio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here