Un terzo del traffico telefonico mondiale passa da Skype

Il dato emerge da una stima effettuata da TeleGeography, la quale sottolinea che il risultato è dovuto a un incremento dell’uso del software VoIp nel 2012 doppio rispetto a quello fatto registrare da tutti gli operatori internazionali messi assieme.

Skype veicolerebbe ormai circa un
terzo del traffico telefonico mondiale. A sostenerlo
è TeleGeography che, pubblicando un'indagine aggiornata, evidenzia una
netta crescita da parte del client VoIP di proprietà di Microsoft. Il segno
positivo sarebbe dell'ordine del 44%, un incremento che per Skype è doppio
rispetto a quello fatto registrare, nel 2012, da tutti i carrier
internazionali messi assieme.

Secondo TeleGeography, un sempre più convinto utilizzo
del software - non solo in ambito desktop ma anche sui dispositivi mobili -,
potrebbe indurre gli operatori telefonici a stringere accordi con Skype
cercando nuove vie di business.

Lo scorso anno, sempre stando alle statistiche diffuse, Skype
avrebbe gestito qualcosa come 167 miliardi di minuti di conversazioni vocali.
Microsoft, che a ottobre 2011 ha concluso l'accordo di acquisizione di Skype
per la somma di 8,5 miliardi di dollari, si ritrova nel suo portafoglio un
prodotto con una vastissima base di utenti, pronto per essere integrato - così
come più volte annunciato - nell'intera gamma di prodotti dell'azienda. A
partire dal prossimo 15 marzo, addirittura, tutti gli utenti di Microsoft
Messenger non potranno più fare uso dello storico client per la messaggistica
istantanea ma potranno migrare a Skype impiegando gli stessi nome utente e
password.

Le uniche nubi all'orizzonte sembrano riguardare la gestione
della privacy. In questo senso, Skype si è dovuta impegnare a consentire
l'eliminazione degli account utente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here