Un router “capriccioso” fa lievitare la bolletta

D Siamo una società finanziaria francese, unica sede in Italia, con un grosso problema relativo a Internet: abbiamo un router ISDN che si collega, da un lato alla LAN tramite hub, dall’altro al provider di Milano. Da qualche mese riceviamo delle bollet …

D Siamo una società finanziaria
francese, unica sede in Italia, con un grosso problema relativo a Internet:
abbiamo un router ISDN che si collega, da un lato alla LAN tramite hub,
dall'altro al provider di Milano. Da qualche mese riceviamo delle bollette
astronomiche e risulta che ci sia un collegamento di 20 secondi circa ogni 4
minuti, giorno e notte. I tentativi di riconfigurazione sono andati a vuoto,
mentre sostituendo il router con uno meno potente sembra che non ci siano più
scatti "impazziti", ma ogni giorno c'è qualcuno che ha problemi di connessione.
Secondo voi è il router che non funziona? Se si, quale ci suggerite, ne vorremmo
uno con il controllo sugli accessi a Internet, il monitoraggio dei siti visitati
e del tempo di connessione. O è colpa del provider?
Daniela

R Scendiamo
in un terreno minato. Nella maggior parte dei casi, questi problemi dipendono da
una configurazione errata delle macchine o da un errato dimensionamento delle
stesse. Il moltiplicarsi dei passaggi e delle figure di riferimento (network
provider, service provider e content provider) genera spesso la sensazione che i
problemi siano all'esterno. Questa si fa ancora più forte quando i problemi sono
occasionali e, a volte, il sistema sembra funzionare correttamente. Peraltro è
difficile determinare quale sia la combinazione di parametri che determina
l'errore.
Nel caso in esame, comunque, non riteniamo che il router sia
guasto.Una prima ipotesi potrebbe essere che il timeout di connessione sia
troppo basso. La chiamata ISDN dura in media circa 300 secondi, si consiglia di
regolare il timeout allo stesso modo. Una seconda ipotesi potrebbe essere che il
router venga "risvegliato" dal traffico di broadcast. Abbiamo già analizzato un
problema analogo sul numero 1 di www.netstime.com. L'ipotesi del guasto non si
può però escludere e passare a un router più potente potrebbe essere
consigliabile, ma non è nostro compito indicare un prodotto: peraltro non
possibile viste le informazioni date. Abbiamo, però, in programma un test
comparativo che riguarda proprio questo tipo di dispositivi. Analogamente,
difficilmente è colpa del provider, potrebbe essere una limitazione sul numero
di utenti del router.

Redazione
di www.netstime.com con la collaborazione del servizio Help Desk di Algol e
Pietro Tonussi di Azlan.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here