Un programma per incentivare lo sviluppo

In pochi mesi quasi 5mila software house in tutto il mondo, di cui 150 in Italia, hanno aderito all’Empower program di Microsoft. L’iniziativa è rivolta agli Isv che sviluppano e vendono soluzioni e servizi applicativi basati su piattaforma Micr


In pochi mesi quasi 5mila software house in tutto il mondo, di cui 150 in Italia,
hanno aderito all'Empower program di Microsoft. L'iniziativa è rivolta
agli Isv che sviluppano e vendono soluzioni e servizi applicativi basati su
piattaforma Microsoft e che non sono ancora Certified partner di Microsoft.
«Il programma è partito ad aprile dell'anno scorso - ci
dice Enrico Gaetani, direttore programmi marketing di canale
della divisione soluzioni e partner Pmi di Microsoft Italia -, dura un anno
e ha un costo di 320 euro, molto più basso rispetto a quello del Microsoft
developer network. Ci rivolgiamo agli Isv che realizzano circa il 30% del fatturato
con le proprie soluzioni»
. L'obiettivo è di avvicinare questi
sviluppatori, mettere a loro disposizione le risorse del Microsoft developer
network, ovvero licenze a uso interno, e tool tecnici e di formazione. Lo sviluppo
avviene su piattaforma .Net e finora sono state realizzate circa un centinaio
di soluzioni, principalmente in ambito gestionale. «Microsoft offre
a questi sviluppatori -
prosegue Gaetani - l'opportunità di
certificare la propria soluzione secondo gli standard della società indipendente
Veritest. Inoltre, viene chiesta una verifica periodica mediante un sistema
Web centralizzato a livello europeo»
. L'iniziativa si appoggia a
un programma di training gratuito di tre giorni a Segrate, alle porte di Milano,
focalizzato, per ora, su Windows Server 2003 e su Smart Client.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome