Un pc è per competere

Democrazia da importare: il programma Connect to compete e il computer low cost di Microsoft.

Il San Francisco Chronicle riporta che l'anno prossimo Microsoft, con l'aiuto di una manciata di partner hardware, avrebbe intenzione di rilasciare in America un pc da 250 dollari da destinare alle famiglie a basso reddito.
La notizia arriva un mese dopo quello del programma Connect to Compete varato dalla Federal Communications Commission teso ad ampliare il numero degli americani con accesso a banda larga.

Con il programma il governo statunitense prende atto che un terzo dei cittadini non ha accesso Internet veloce a casa e si dà da fare per farglielo avere.
E lo chiama “connettersi per competere” perché gli accosta le considerazioni che un lavoro su due richiede conoscenze tecnologiche e in futuro sarà così per due impieghi su tre; che ormai il lavoro lo si trova online e che gli studenti con la banda larga rendono di più.

A chi è in condizione economica svantaggiata, il programma fornisce una connessione a 10 dollari al mese per due anni e un pc, o ricondizionato (da 150 dollari) o nuovo, come appunto sarebbe quello di Microsoft.
Lo fa per il lavoro e la famiglia, insomma, non per il divertimento.

Iniziativa, prezzi praticati e dispositivi messi a disposizione possono essere confrontati con quelli in uso alle nostre latitudini, dove oltretutto l'accesso alla banda larga è precluso a un maggior numero di persone che in America.

Qui i bundle che vanno per la maggiore sono quelli di tablet e smartphone, con in ballo cifre decisamente più alte e per finalità in cui il lavoro rientra solamente grazie all'arbitrio dell'utente finale.
Al momento vediamo da noi di più facile successo una campagna tesa a far apprezzare le virtù della tv via Internet che non un programma per portarsi in casa un pc per imparare un mestiere.
C'è un che di romantico, antico e anche di epico nella proposta della Fcc. Ci sembra di vedere cose da tempo fuori dagli schermi.
Valori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here