Un leggero calo di fatturato per il Q3 di Algol

Il periodo meno favorevole dell’anno si chiude con 42,6 milioni di euro di giro d’affari, il 2% in meno rispetto allo scorso anno

17 novembre 2003 Algol archivia il terzo
trimestre con fatturato consolidato di 42,6 milioni di euro, in calo del 2%
rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A fine periodo
l'utile prima delle imposte
si attesta a 811 mila euro contro la perdita di 584 mila dello scorso anno.
L'Ebitda consolidato del trimestre è di 489 mila euro, in calo rispetto a 1,2 milioni di euro registrato il 30 settembre 2002. Secondo la società il calo dell'Ebitda “è imputabile al calo dell'1% del margine lordo, che passa
dal 10% al 9%, causa diretta di maggiori accantonamenti prudenziali decisi nel
terzo trimestre. Ben diversa la situazione dell'Ebitda
se analizzata nell'arco dei primi nove mesi del 2003: da 2,2 milioni di euro del 2002 a 2,3 milioni di euro, con il margine lordo che registra un calo di appena lo 0,1%”
. Cala anche l'Ebit relativo al trimestre che si
ferma a 69 mila euro, precedentemente era di 644 mila, ma rimane positivo se si
allarga l'orizzonte ai primi nove mesi del 2003. In questo caso l'Ebit è di 886
mila euro rispetto ai precedenti 138 mila. Gli altri dati riguardano il capitale
circolante netto che dal secondo al terzo trimestre passa da 39 a 26,3 milioni
di euro e il tasso di rotazione del magazzino che passa da 5.1
a 7.2. “Il calo del capitale circolante netto - precisa la società -
è da attribuire ad una consistente riduzione dei crediti verso clienti che
passano da 66,2 milioni di euro a fine giugno 2003 a 52,4 milioni di euro al 30
settembre, con giorni medi di incasso che passano da 101 a 84”
. Questi
risultati si riflettono nella posizione finanziaria netta che
da 36,3 milioni di euro al 30 giugno scende a 21,5 milioni grazie anche ad un
cash flow della gestione operativa pari a 14,9 milioni di euro nel trimestre in
esame.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here