Un forum contro gli intasamenti di Internet

L’industria della connettività ha chiamato l’idraulico: colossi come Lucent, Nokia e Marconi hanno unito le forze per promuovere una tecnologia che aiuta a rimuovere i nodi di congestione che ostacolano il libero fluire delle informazioni. La te …

L'industria della connettività ha chiamato l'idraulico: colossi come
Lucent, Nokia e Marconi hanno unito le forze per promuovere una
tecnologia che aiuta a rimuovere i nodi di congestione che ostacolano
il libero fluire delle informazioni. La tecnologia si chiama Mpls
(Multiprotocol label switching), ossia "commutazione di etichetta
multiprotocollo" e serve a incrementare il livello di rendimento di
una rete Ip offrendo al suo amministratore il modo per regolare
l'instradamento del traffico. Grazie all'Mpls, i grandi gestori come
Mci Worldcom (che ha appena adottato il sistema sulle sue dorsali
europee), è possibile implementare una gerarchia di Qos, "qualità del
servizio". Per promuovere ulteriormente l'adozione di questo sistema,
è stato costituito l'Mpls Forum, che si riunirà per la prima volta il
12 giugno prossimo in Irlanda. Quali sono i fondamenti teorici e
pratici della commutazione di etichetta? Oggi i pacchetti in cui
risulta frazionata l'informazione trasmessa su Internet sono
costretti a transitare attraverso numerosi router prima di giungere
alla loro destinazione. Per di più tendono a seguire sempre la stessa
strada, aumentando il rischio di congestionamenti e blocchi. Con
l'Mpls, gli amministratori di rete possono programmare i percorsi
facendo sì che un pacchetto arrivi a destinazione più rapidamente e
senza troppe tappe intermedie. Il grosso ostacolo a una diffusa
adozione di questa tecnica è la mancanza di uno standard, che la
Internet Engineering Task Force (Ietf) dovrebbe approvare solo nei
mesi a venire. L'interoperabilità tra i router di marca diversa è uno
degli obiettivi del Forum appena costituito. Un'altra missione
istituzionale è l'uso di tecnologie collaterali come il voice over
Mpls.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here