Un concept per il pc di domani

Al WinHec di Seattle, Microsoft e Hp presentano l’evoluzione di Media Center. Con l’hub di comunicazione nel cuore.

4 maggio 2004 Come sarà il pc di
domani?
La questione è meno immaginifica di quel che si possa pensare, visto che poi il domani di cui si parla è distante da noi qualche decina di mesi a dir tanto. Forse meno.
Intanto Microsoft e
Hp
una loro idea se la sono fatta e hanno cominciato a presentarla nel
corso del WinHec di Seattle. L'hanno chiamato Windows Home
Concept

, così che nessuno possa equivocare di che cosa si tratta e a cosa è destinato.
Si tratta per l'appunto di un “concept” di pc per uso domestico che affonda le sue radici nel Media Center Pc. E da lì prosegue. Ha un controller remoto con uno schermo Lcd integrato per visualizzare le programmazioni registrate, supporta la telefonia Internet, sintonizzatori Tv, sicurezza biometrica, modem. Un hub di comunicazione per famiglie molto impegnate, nella sostanza, che nessuno conta di veder realizzato nella forma nella quale viene presentato al WinHec. È però un esempio, uno spunto, un concept per l'appunto, al quale Microsoft evidentemente spera che i produttori hardware finiranno per ispirarsi nelle fasi di progettazione delle nuove macchine.
Del resto la strada del concept è ben
sperimentata, visto che in passato, sempre in occasione del WinHec furono sempre
Microsoft e Hp a lanciare Agora, un concept pc per il mondo
business, che integrava funzioni di telefonia. Ora Agora è diventato
Athens
e comincia a vedere le prime declinazioni nell'offerta dei diversi produttori.
Tutto questo tenendo bene in
mente che qualsiasi evoluzione l'hardware intraprenda, il software dovrà
supportarla. E viceversa.
Tradotto in termini ancor più concreti, non tutte le evoluzioni previste dal concept pc sono già disponibili. Qualcuna arriverà prima di Longhorn, qualcuna sarà introdotta con il nuovo sistema operativo (e dunque ci stiamo avvicinando al 2007) qualcuna addirittura dopo.
Intanto il concept lascerà spazio al concept successivo. In
fondo è un gioco di immaginazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here