Un coiffeur a prova di disaster recovery

Si ricreda chi pensa che solo la grande industria vuole vedersi garantiti determinati livelli di servizio. Mai come per professionisti e piccoli negozi, infatti, affidarsi a un fornitore in grado di seguirli e supportarli è fondamentale perché l’inform

Si ricreda chi pensa che solo la grande industria vuole vedersi garantiti determinati livelli di servizio. Mai come per professionisti e piccoli negozi, infatti, affidarsi a un fornitore in grado di seguirli e supportarli è fondamentale perché l'informatica possa "attecchire". Il giardino di questa tipologia di clienti va seguito, coltivato e fatto crescere a suon di servizi e di presenza diretta. Anche quando l'investimento è "solo" di qualche migliaia di euro.

Il suggerimento arriva da Paolo Colli Lanzi, Alain Winters e Rosi Rizzo, soci proprietari di Winters, negozio di acconciature presente da sei anni a Milano e di cui un secondo punto vendita si è aggiunto da un anno a Trieste. Per questa tipologia di clienti, che non ha certo come core business l'informatica, avere un pc che funziona e non si "impalla" quando c'è da tirar fuori la scheda cliente con storico, colore e preferenze, è fondamentale.

«Al momento - ci spiega Colli Lanzi -, nei nostri punti vendita è implementato il gestionale di una società di Imola con la quale siamo entrati in contatto tramite un consulente conosciuto durante un corso di formazione avanzata in ambito acconciature, che svolgiamo in outsourcing per aziende come la Wella. Le crescenti esigenze del nostro business ci hanno, però, spinto a implementare un nuovo tipo di soluzione per la quale verremo seguiti da un tecnico on site, che si occuperà di installarci la soluzione software e il relativo hardware».

In questo caso, le necessità sono quelle di lavorare in un'area clienti dove l'anagrafica e la gestione delle schede tecniche vada di pari passo con l'amministrazione e la contabilità che, oltre ai fini fiscali, devono essere collegate al magazzino per l'automazione delle forniture. Al sistema Windows Xp e al pacchetto Office già implementato nell'offerta precedente va ora ad aggiungersi l'antivirus «fondamentale per porre un freno al ben noto rallentamento che il sistema subisce puntualmente di venerdì pomeriggio, quando il picco di lavoro è al suo massimo - afferma ancora il nostro interlocutore -. Ma a convincerci a cambiare fornitore è stato anche altro: sulla carta, infatti, il "nuovo" sembra avere gli strumenti per seguirci a 360° permettendo anche al nostro commercialista, che dal server può collegarsi direttamente in Rete, di compilare quotidianamente il libro dei corrispettivi da inviare (qualora la legge in discussione dovesse entrare in vigore) in via telematica agli organi di competenza. Alla fine, quello che ci interessa è soddisfare i nostri clienti senza essere costretti a saperne di tecnologia di più del dovuto».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome