Tutto tace tra Microsoft e Yahoo

Scaduti i termini, siamo al nulla di fatto. E la mano tocca a Microsoft, che deve decidere se andare in guerra o proseguire da sola.

Scaduti nel fine settimana i termini fissati per l'accettazione da parte di Yahoo dell'offerta di acquisto avanzata da Microsoft ormai tre mesi fa, niente sembra muoversi, almeno in apparenza.

Secondo gli osservatori, tuttavia, è una sorta di quiete prima della tempesta. O, più semplicemente, prima di una decisione questa volta definitiva.

Microsoft potrebbe trasformare la sua proposta in una offerta ostile, oppure, così come più volte ribadito negli ultimi giorni da Steve Ballmer, anche a Milano, potrebbe decidere per procedere da sola, abbandonando totalmente l'ipotesi di acquisizione.

E in questa sorta di “silenzio stampa”, la parola è tornata agli analisti e agli osservatori.
Nessun contatto tra le due società nel corso del fine settimana, ha scritto Wall Street Journal, mentre c'è chi sottolinea come i colloqui tra le due società in queste settimane siano stati tutto tranne che amichevoli.

Per di più, il rilascio dei dati sulla trimestrale da parte di Microsoft ha fornito alla società di Redmond un ulteriore aggancio per ribadire quanto pretestuosamente Yahoo consideri sottostimata la sua offerta.

Certo, restano aperte le altre opzioni, targate Time Warner o News Corp. ma gli analisti si dichiarano pressoché convinti che Microsoft sia e resti l'opzione migliore nello scenario attuale. Tenendo ben presente che il vero obiettivo, alla fine, è battere Google.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here