Tutta l’offerta Ibm presto usera Linux

Forte della sua interoperabilità, Linux può diventare a breve un nuovo standard nel mondo dell’It computing. Questa la convinzione che sta spingendo Ibm a implementare il sistema operativo "libero" su tutta la sua offerta, dai n …

Forte della sua interoperabilità, Linux può diventare a breve un
nuovo standard nel mondo dell'It computing. Questa la convinzione che
sta spingendo Ibm a implementare il sistema operativo "libero" su
tutta la sua offerta, dai notebook ai server, passando per i pc
desktop. I primi a darne l'annuncio saranno i ThinkPad, che da questa
estate disporranno della versione OpenLinux 2.4 di Caldera Systems.
Nello stesso periodo Ibm rilascerà Linux della tedesca Suse per i
server rack-mountable Rs/6000 B50, seguiti a breve dagli altri
modelli della stessa gamma. Per le piccole e medie imprese Ibm ha,
invece, già annunciato lo Small Business Pack per Linux, soluzione da
499 dollari che include le versioni Linux di DB2 Universal Database,
Lotus Domino Application Server e le applicazioni di e-commerce
WebSphere.
I laptop, prossimamente disponibili, puntano ai professionisti
informatici e agli scienziati, due gruppi di utenti che hanno
dimostrato di preferire il sistema operativo 'libero". Linux è,
infatti, una scelta popolare per i server Web, ma sui personal
computer è usato soltanto in una piccola percentuale e ancor meno sui
laptop, a causa delle particolari esigenze hardware.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here