Treviso capitale della moda grazie all’Xml

Unindustria Treviso e Club Bit fanno il punto sulla standardizzazione per lo scambio dati via Internet nell’ambito dell’industria tessile e abbigliamento

L'industria tessile e dell'abbigliamento è alle prese come tanti altri
settori con il delicatissimo tema degli standard per lo scambio dati via
Internet. Il problema si fa ogni giorno più urgente e i responsabili dei sistemi
informativi così come i responsabili delle problematiche legate alla
circolazione di informazioni tecniche e gestionali tra aziende
software
house specializzate sono pressati dalle richieste di mettere ordine in
processi di comunicazione che necessitano di paradigmi comuni,
non più solo a livello di grandi imprese o di distretti industriali ma di intero
settore. Unindustria e Club Bit, associazione di “informatici” attivi sia nelle
imprese utenti sia nelle società di servizi di Treviso, hanno voluto fare il
punto della situazione presentando il progetto pubblico Moda-Ml destinato a
svolgere un ruolo strategico nei processi di scambio dati tra imprese del
settore tessile.


Moda-Ml si presenta come progetto pubblico in quanto nasce come una
iniziativa finanziata dalla Comunità Europea e si pone l'obiettivo di risolvere
le della filiera del Tessile Abbigliamento tramite lo scambio di
documenti Xml via Internet
. I risultati concreti di questo progetto
saranno poi disponibili a tutte le aziende utenti o di sviluppo che vorranno
utilizzarlo nella forma del public domain. Il progetto è coordinato dall'Enea
(Ente Nazionale per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente) e conta tra i
propri partner il Politecnico di Milano, l'istituto francese Ifth (Institut
Francais Textile Habillement) e società di consulenza e informatica come Gruppo
Soi di Torino e Domina di Biella entrambe specializzate nel settore tessile. In
più il progetto conta sulla collaborazione attiva di aziende partner come la
Fratelli Corneliani, la Fratelli Piacenza, la Vitale Barberis Canonico, la Loro
Piana e Reda; che, rappresentano sia il mondo della tessitura sia quello del
confezionamento.


In concreto il progetto definisce un formato dati comune per lo
scambio di informazioni via Internet tra le aziende della
filiera: un linguaggio con caratteristiche tali da poter essere utilizzato negli
attuali sistemi informativi aziendali e da diventare la base delle prossime
soluzioni informatiche offerte dai fornitori di tecnologia. Moda-Ml è dunque un
modello di riferimento sia per i responsbili dei sistemi informativi sia per le
software house impegnate nel mondo dell'industria tessile. La scelta strategica
adottata per Moda-Ml è quella di proporre un linguaggio comune per tutti i
flussi di dati lungo la filiera del settore. Lo scambio di informazioni, per
esempio relativo a flussi dati di ordine, dati tecnici, stato
avanzamento ordini, opzioni di produzione o sell-out, consente notevoli risparmi
ed una maggiore efficacia dell'intera filiera. Risulta però necessario che il
loro trattamento sia automatico. Il vero problema che sta sul tavolo di
qualsiasi filiera produttiva risiede nella diversità dei sistemi informativi
coinvolti e nella impossibilità o difficoltà di renderli effettivamente
interoperabili.


La soluzione ricercata attraverso Moda-Ml è costituita dalla creazione di una
unica interfaccia che consenta ai sistemi informativi aziendali
di dialogare direttamente in totale indipendenza, senza cioè vincolarsi ad una
particolare applicazione. Per le aziende utenti il vantaggio sta tutto nel fatto
di disporre di una unica interfaccia del proprio sistema informativo in grado di
dialogare con tutti i propri partner direttamente senza avere
la necessità di intervenire a livello applicativo o sistemistico. Il progetto
Moda-Ml intende rispondere alle esigenze di due grandi ambiti applicativi. Il
primo è quello amministrativo-commerciale e si propone la definizione di
tipologie di documento Xml e dizionari di termini relativi per
la gestione di problematiche legate agli ordini, alle bolle di spedizione, alle
fattura, ai listini etc. Il secondo ambito riguarda l'ambito
produttivo-logistico-distributivo e concerne la definizione di tipologie di
documenti specifici per la gestione del flusso dati della filiera tra tessitore
e confezionista e tra confezionista e distribuzione. Si tratta in questo caso di
documenti relativi agli aspetti di vendita (opzioni di produzione, stock),
tecnici e qualitativi dei prodotti (certificati di qualità) ed informativi sugli
stati di avanzamento di produzione e vendite.


Tutte queste tipologie di documenti si propongono come standard Xml di
settore a livello internazionale. E la sostanza del progetto
Moda-Ml
è rafforzata dal fatto di essere costruito su casi concreti di
imprese e di distretti e per il fatto di ereditare il lavoro svolto con i
precedenti progetti di standardizzazione Edifact ed Editex che tracciavano un
piano di interoperabilità in ambito Edi (Electronic data interchange). Moda-Ml è
poi propedeutico alla realizzazione di alcuni moduli software, di pubblico uso,
per l'utilizzo dei documenti. Si tratta di prodotti sviluppati e sperimentati
dai partner industriali in transazioni reali e hanno l'obiettivo di
facilitare l'integrazione con i sistemi aziendali. Grazie a
questi strumenti, anche le piccole e medie aziende possono consultare, inviare e
ricevere documenti, semplicemente accedendo ad un archivio che potranno
installare anche su un personal computer (archivi Odbc, come Microsoft Access)
collegato con la posta elettronica di Internet.


Le aziende con maggiori competenze o più esigenti potranno maneggiare
direttamente i documenti Xml con propri sistemi (oppure potranno utilizzare una
parte del software di Moda-Ml che è gratuito e appunto 'open source'). La
Documentazione del progetto sarà disponibile a tutti, anche per
l'implementazione di altre filiere tessili, ad esempio camiceria, geotessile,
maglieria, tappeti, moquettes, tende. Moda-Ml si presenta sia alle aziende sia
alle softwarehouse come una proposta indipendente sul formato dei dati da
scambiare allo scopo di evitare la nascita di una Babele di formati e
linguaggi proprietari e non interoperabili
. Va ribadito che non
presenta costi di utilizzo, non è cioè un prodotto che viene proposto sul
mercato, ma si tratta di una soluzione che può essere adottata dalle aziende
tessili in chiave open source. Uno degli obiettivi del progetto è quello di dare
vita a un sistema di comunicazione via web tra aziende appartenenti a uno stesso
distretto, utilizzando un insieme di documenti Xml e di strumenti di middleware
creati per facilitarne l'uso senza perdere i vantaggi conseguiti nel passato con
la tecnologia Edi.


L'obiettivo di lungo termine è contribuire alla creazione ed alla adozione, a
livello europeo, di un set di documenti Xml standard che consentano alle aziende
del settore un approccio più efficace alla gestione della catena di fornitura
della filiera; una specifica attenzione è in questo senso rivolta alle
Piccole e medie imprese che si avvantaggerebbero dalla adozione
di tecnologie di comunicazione a basso costo. Moda-Ml è online a questo
indirizzo: http://spring.bologna.enea.it/moda-ml/ Presso il sito dell'Enea
http://spring.bologna.enea.it si possono poi trovare indicazioni su altri
progetti e attività e in particolare va segnalato il laboratorio Xml:
http://spring.bologna.enea.it/xlab/

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here