Home IoT Toyota testa il quantum computing contro il traffico

Toyota testa il quantum computing contro il traffico

Denso, società specializzata nelle tecnologie per l’automotive e il gruppo Toyota, hanno annunciato il primo test che prevede l’utilizzo del quantim computing per elaborare i dati provenienti da una piattaforma di traffico IoT che raggruppa circa 130 mila veicoli commerciali in Thailandia.

Il test approfondisce la collaborazione fra Denso e Toyota convinti dell’importanza dello sviluppo di questo tipo di tecnologia nell’era connessa, quando i veicoli e i sistemi di mobilità devono elaborare grandi quantità di dati in tempo reale.

Obiettivo del progetto è lo sviluppo di applicazioni per rendere il trasporto più efficiente e procedere in direzione del decongestionamento del traffico e dell’ottimizzazione del percorso per i veicoli di emergenza.

Quantum, al Ces la presentazione del progetto

Il computer quantistico utilizzato per raccogliere e analizzare le informazioni provenienti da taxi e camion è sviluppato dai sistemi D-Wave canadesi. Le due società implementeranno anche una quantum computer-based data analysis and processing technologies di Tsquare e un’applicazione del servizio di informazioni sul traffico di Toyota.

Denso creerà un algoritmo per elaborare e analizzare i dati quantistici all’interno di un’ applicazione su TSquare.

Denso presenterà una panoramica del progetto al prossimo Ces di Las Vegas all’inizio di gennaio.

Nel mese di novembre, una prova 5G tra Denso, Toyota, Ntt DoCoMo, Intel ed Ericsson ha raggiunto velocità dati di 1Gbps/600Mbps per lo streaming video 4K in un veicolo collegato che viaggiava a 30km/h.

Il gruppo ha inoltre costituito il Consorzio Automotive edge computing per focalizzarsi sulle nuove architetture a supporto di quelle che dovrebbero essere i 10 exabyte di dati mensili provenienti dalle auto connesse.