Tool di gestione non convenzionali nella nuova era dei Web services

Ci saranno sorprese nell’evoluzione di uno dei mercati a più alto potenziale. Lo promette Gartner, che non vede nei fornitori tradizionali i principali attori dello sviluppo.

18 novembre 2002 Un recente studio pubblicato da Gartner ipotizza che se è vero che la diffusione dei servizi Internet rafforzerà in misura sensibile la richiesta di software per la gestione dei sistemi, questa nuova generazione di strumenti non arriverà dai tradizionali fornitori. Nel rapporto "Web services operations management: a new level of Nsm", Gartner analizza i principali protagonisti di un mercato dominato da aziende come Bmc, Computer Associates, Hewlett-Packard e Ibm, sostenendo che forse essi non rappresentano la frontiera più avanzata nello specifico segmento della gestione dei servizi.

Il motivo principale di questo scetticismo è che «i sistemi gestionali convenzionali sono tuttora indispensabili per le normali funzioni della gestione operativa e amministrativa», un contesto in cui i Web services rientrerebbero solo in parte. Anche se la natura dinamica dei futuri servizi rende prioritaria la questione del management rispetto alle precedenti tecnologie client/server, la nuova focalizzazione sul livello dei Web services attirerà in questo mercato nuovi pionieri. Inizialmente, ritiene Gartner, saranno gli stessi broker dei servizi e i fornitori di soluzioni di rete a fornire una prima rudimentale generazione di tool, in funzione della curva di maturazione del mercato.

È pensabile, prosegue Gartner, che nuovi vendor assumeranno il ruolo di fornitori di tecnologie mirate alla problematica. Gli sviluppatori già affermati provvederanno a fornire gli strumenti addizionali e le estensioni che consentano di gestire i servizi Internet come qualsiasi altra risorsa gestita. Questi tool evolveranno, conclude la società di ricerche, dagli attuali strumenti utilizzati per amministrare gli application server. In seguito, i grandi protagonisti cercheranno di acquisire le nuove tecnologie sviluppate dai loro concorrenti più piccoli, sfruttando la forza della loro base installata per rafforzare la propria posizione sul mercato. Tra i fornitori emergenti, Gartner identifica aziende come Parasoft, Empirixand, Red Gate Software e Altova, Chutney Technologies, DataPower Technology e Tarari. Tra i big, solo Hp ha già disponibile un prodotto focalizzato sui servizi Internet, un plug-in sviluppato per la piattaforma Sun One per individuare eventuali errori e misurare i tempi di risposta dei servizi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here