Timidi segnali di ripresa per l’informatica in Italia

Quest’anno Assinform si aspetta una crescita dell’1,2%, contro il +0,9% del 2005. E nel primo trimestre del 2006 le vendite di notebook hanno per la prima volta superato quelle dei desktop

Un mercato sostanzialmente fermo, ma con qualche, timido, segnale di ripresa.
Il quadro delineato da Assinform, nel consueto rapporto annuale, non lascia certo
spazio ad entusiasmi, ma alcuni aspetti positivi si intravedono.

Cominciamo dai dati. Nel 2005, il mercato italiano dell’ICT
(Information & Communication Technology) è cresciuto del 2,3% rispetto
al 2004 a quota 62,6 miliardi di euro. Il mercato delle TLC
mette a segno un +3% (43,1 miliardi di euro), contro il +0,9% dell’informatica
(19,5 miliardi di euro). La crescita dell’IT va confrontata
con il -0,4% registrato nel 2004. Insomma, la ripresa, seppur minima c’è
stata.

Va altresì detto che l’Italia cresce comunque meno degli altri
paesi. E questo per vari motivi, come ha spiegato Giancarlo Capitani, amministratore
delegato di NetConsulting, la società che cura per conto di Aitech-Assinform
il rapporto. “Intanto per fattori congiunturali: l’Italia ha una
crescita economica inferiore. Ma più importanti sono i fattori strutturali:
la spesa IT è concentrata solo in alcuni settori (primariamente banche
e industria, che sono per inciso i settori che crescono meno
in termini di investimenti ndr); le imprese fanno fatica a intraprendere progetti
innovativi
; la spesa IT della pubblica amministrazione
ci pone agli ultimi posti in Europa (51,3 euro all’anno di pesa pro-capite,
contro ad esempio i 254,8 della Svezia, i 147,5 del Regno Unito, gli 86 della
Francia); le PMI (da 1 a 49 addetti) valgono solo il 18,6%
del mercato e riducono gli investimenti”.

Ma qualche dato positivo c’è: le medie aziende
per esempio hanno cominciato a investire (+1,7% nel 2005). Gli accessi a banda
larga
continuano a crescere (+52,4%, 6,8 milioni di accessi). Le vendite
di PC rimangono ad altissimi livelli (+19,4% in unità). In fin dei conti,
non tutto è così grigio.

E per il 2006? Il mercato IT è cresciuto dello 0,9%
nel primo trimestre, raggiungendo quota 4.608 milioni di euro e con la previsione
di arrivare a +1,2% per la fine dell'anno. Le TLC hanno messo a segno un +4,9%
(10.790 milioni di euro).

Interessante la dinamica di vendite dei PC. Nei primi tre
mesi del 2006, per la prima volta i notebook hanno superato i desktop: 517.000
unità contro 489.000.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome