Tim ed Ericsson accendono il 5G a 20 Gigabit a Torino

Torino piemonte

Mentre a Milano è partita la sperimentazione 5G cittadina, è stata attivata oggi presso il Politecnico di Torino la prima antenna 5G a onde millimetriche sull’intero territorio nazionale, grazie alla quale si è raggiunta oggi la connessione record oltre i 20 Gigabit/s, il massimo dimostrato dalla nuova tecnologia in ambito urbano.

Il primato è stato realizzato da TIM in collaborazione con Ericsson, utilizzando la banda di frequenza a 28 GHz su onde millimetriche, sui cui TIM sta sviluppando innovazione insieme a Qualcomm Technologies.

Su un sistema di rete sperimentale 5G è stato realizzato un servizio di realtà virtuale in tempo reale.

Dal Politecnico di Torino è stato possibile visitare Piazza Carlo Alberto pur trovandosi dall’altra parte della città. Una guida avatar ha accompagnato il visitatore, dotato di visore e sensori, nella storica piazza. Un’esperienza immersiva ottenuta attraverso la velocità della rete 5G che rende immediata - in millesimi di secondo - l’interazione tra guida, ambiente virtuale e visitatore.

Cliccando QUI trovi il nostro speciale sulle strategie degli operatori per il 5G in Italia.

La connessione record segue il protocollo d’intesa siglato a marzo tra TIM e il Comune di Torino, per la realizzazione del progetto Torino 5G, che prevede una progressiva copertura della città con la rete di nuova generazione entro il 2020.

TIM ed Ericsson rafforzano una collaborazione avviata lo scorso anno con il programma “5G for Italy”, per un ecosistema aperto di progetti innovativi e servizi.

In questo contesto si consolida la collaborazione tra TIM e Politecnico di Torino: nel corso del 2018 saranno realizzate attività di ricerca congiunte sul 5G per lo sviluppo di applicazioni di nuova generazione.

Per Torino 5G TIM sta sviluppando applicazioni dedicate alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico oltre che nuove soluzioni di smart city, monitoraggio ambientale, public safety, automotive, industry 4.0, sanità, education, mobilità e sicurezza stradale, logistica e smart agricolture.

Cliccando QUI trovi il punto sull'assegnazione delle frequenze 5G in Italia

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome