The Dash: Ibm Watson reinventa gli auricolari con Bragi

Entro il 2020 saranno in circolazione quasi 350 milioni di dispositivi indossabili intelligenti attivi, che genereranno dati molto significativi: è il dato che emerge dal report The Wearables Side of Enterprise IoT: Assessing the Opportunity for CSPs, presentato dalla Analysys Mason nel maggio 2015.

Innovare nell’ambiente di lavoro è forse la cosa più difficile, almeno su larga scala.
Un'idea sempre più presente fa dell'orecchio la nuova interfaccia tra uomo e sistema. The Dash, gli auricolari intelligenti sviluppati dalla tedesca Bragi, sono tra i più potenti micro-elaboratori indossabili del mondo. Grazie ai loro 27 esclusivi sensori questi dispositivi sono in grado di misurare i segni vitali di un utente (segni vitali e movimenti della testa), aumentando nel contempo le loro capacità di comunicazione e interattività. Grazie al finanziamento record ottenuto sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter (3,3 milioni di dollari), Bragi ha già lanciato The Dash sul mercato consumer per lo sport e la ricreazione.

Hearable computing nel Watson of things

Bragi, che è uno dei pionieri nel mercato degli hearable, si è rivolta a Ibm per sviluppare innovative soluzioni di business. La combinazione del motore contestuale di Bragi e della piattaforma di Ibm che potremmo ridefinire Watson of things crea infatti un altissimo valore per i clienti commerciali. Le due compagnie hanno identificato sei aree di interesse immediato per l'hearable computing in azienda:

  • la sicurezza dei lavoratori
  • le istruzioni guidate
  • le notifiche intelligenti
  • la comunicazione nel team
  • analisi e ottimizzazione della forza lavoro
  • identificazione biometrica.

"Ci sono molte altre opportunità da esplorare in futuro, al crescere delle capacità tecnologiche dei nostri dispositivi di elaborazione acustica", ha detto Darko Dragicevic, Evp Partners e Solutions in Bragi.

Gli utenti potranno usare l'auricolare per ricevere istruzioni, interagire con i colleghi e consentire ai responsabili di tenere traccia dei dipendenti (posizione, ambiente, benessere e sicurezza). Le due società stanno anche esaminando in che modo normali indicazioni del capo potrebbero consentire agli utenti di rispondere alle istruzioni o inviare comandi per semplici azioni, quali ad esempio girare le pagine di un manuale di istruzioni, durante attività che richiedono l’utilizzo di entrambe le mani o che presentano alcuni fattori di pericolo.

Oltre Star Trek

Le potenzialità di questo approccio sembrano addirittura superiori a quelle dei comunicatori immaginati nelle varie serie di fantascienza trasmesse sotto il marchio Star Trek. “Gli hearable trasformeranno il nostro modo di lavorare e avranno un enorme impatto sui processi di business del futuro”, ha affermato Nikolaj Hviid, Ceo e fondatore di Bragi. “The Dash è dotato di caratteristiche uniche in grado di sviluppare tutto il potenziale di un audible computing realmente adeguato al contesto”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here