Tessere regionali: l’It alleata dei Comuni

L’amministrazione comunale di Cantù (Co), gestisce l’accesso alle piattaforme ecologiche informatizzate con la Carta Regionale dei Servizi Lombarda.

Informatizzare le proprie piattaforme ecologiche per consentire l'accesso ai soli cittadini residenti, identificati attraverso la Carta Regionale dei Servizi Lombarda o mediante l'utilizzo autorizzato di un'apposita "tessera magnetica dei tributi" codificata e rilasciata a utenti non domestici, come aziende, o cittadini non lombardi.

Succede a Cantù, in provincia di Como, dove in ottica di sostenibilità ambientale l'amministrazione comunale ha informatizzato l'accesso ai siti preposti per la raccolta dei rifiuti. Definito “scalabile”, l'impianto realizzato con la collaborazione di Saga, azienda recentemente entrata a far parte di Gruppo Maggioli, offre ai cittadini uno strumento per gestire conferimenti, pesatura e distribuzione automatica di fino a dieci diversi tipi di sacchi per rifiuti, previa identificazione degli utenti.

Il tutto grazie al collegamento realizzato fra il sistema di controllo degli accessi e il sistema informativo centrale che, connesso all'ufficio servizi demografici Sicr@Web interconnesso con la gestione dei tributi, permette di condividere in via telematica le informazioni necessarie per il riconoscimento dei cittadini autorizzati ad accedere alla piattaforma ecologica.

In quest'ottica, come evidenziato in una nota ufficiale dall'attuale assessore all'ambiente del Comune di Cantù, Claudio Ferrari, la tessera regionale diventa sempre più alleata di un'amministrazioni che, attraverso il portale comunale sviluppato da Saga e Crs-Siss Ready certificato dalla Regione Lombardia, in qualità di carta di credito a scalare potrebbe presto consentire ai cittadini l'accesso ad altri servizi come la corresponsione di tributi, il pagamento di parcheggi, noleggio bici o buoni mensa scolastici.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here