Telefonia online: la mano a Yahoo e Microsoft

Yahoo lancia anche in Italia la beta del suo Messenger with Voice, mentre Microsoft in America si allea con Mci per portare la telefonia in tutti gli Stati Uniti.

Pieno fermento sul mercato dei servizi VoIp per il mondo consumer, con i
“soliti noti” a giocare nuove carte per attirare nuovi clienti.
Ed è il momento delle tariffe.
Le
ultime mosse, in ordine di tempo, su questa scena vengono da Yahoo e
Microsoft

.
Nella giornata di ieri Yahoo ha
presentato una nuova versione della sua suite di comunicazione in tempo reale,
Yahoo Messenger with Voice, vale a dire un servizio di
messaggistica che offre funzioni avanzate di chiamata basate su personal
computer (PC-to-Phone
) a tariffe ridotte, per effettuare e ricevere chiamate telefoniche.
Disponibile in versioni localizzate in Francia, Germania, Hong-Kong, Italia, Singapore, il servizio costa 1,21 centesimi di euro al minuto, per chiamate sul territorio nazionale, e meno di 2 centesimi al minuto, per chiamate verso oltre 30 paesi stranieri.
Gli utenti possono inoltre ricevere chiamate
Phone-to-PC
sui propri PC, sia da telefoni tradizionali che da telefoni cellulari, acquistando abbonamenti per 2,49 Euro mensili oppure 24,90 Euro annuali.
Da parte sua, Microsoft ha annunciato in
questi giorni la stipula di un accordo con Mci per il varo di Windows
Live Call,

un nuovo servizio, che si inquadra nella filosofia Live della società, accessibile nei soli Stati Uniti con una tariffa fissata a 2,3 centesimi di dollaro al minuto.
Le chiamate Phone-to-Pc,
invece, saranno abilitate solo dal prossimo anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here