Tecnodiffusione compra Vobis Italia

Tecnodiffusione Italia ha firmato un accordo per l’acquisizione delle attività italiane di Vobis per 60 miliardi di lire, suddivisi in due tranche. L’operazione è finanziata da un pool di banche italiane. Sarà acquisito il 100% del …

Tecnodiffusione Italia ha firmato un accordo per l'acquisizione delle
attività italiane di Vobis per 60 miliardi di lire, suddivisi in due
tranche. L'operazione è finanziata da un pool di banche italiane.
Sarà acquisito il 100% della holding Vobis Network e delle
controllate Vobis Microcomputer e Vobis Online. La prima raggruppa
tutte le attività italiane legate al retail, mentre la seconda
concentra le iniziative legate a Internet e al commercio elettronico.
Le tre società nel 2000 hanno registrato un fatturato complessivo di
206 miliardi di lire. Tra gli asset acquisiti rientra il marchio
Vobis con diritto di esclusiva per Italia, Repubblica di San Marino e
Città del Vaticano. Secondo l'accordo, inoltre, i pc del Gruppo Vobis
per gli altri Paesi dell'Ue saranno prodotti in esclusiva da
Tecnodiffusione. é prevista anche un'opzione di acquisto delle
attività del Gruppo Vobis all'estero, esercitabile a 24 mesi da oggi.
Con questa acquisizione il numero di punti vendita di Tecnodiffusione
sale a 450 unità e il fatturato previsto per la fine dell'anno è di
800 miliardi di lire.
Di recente, con la firma dell'atto di compravendita per
l'acquisizione del 98% del capitale DSI, Tecnodiffusione Italia ha
iniziato a raggiungere il nuovo mercato delle grandi organizzazioni
private e pubbliche. L'offerta di Tecnodiffusione Italia, secondo il
direttore generale Bruno Kraft, si orienterà pertanto anche verso il
segmento del pay-per-use nei settori delle architetture dei sistemi e
dell'e-business; per Kraft, l'acquisizione di DSI è importante perché
renderà possibile a Tecnodiffusione Italia una presenza capillare su
tutti i segmenti del mercato IT, 'dallo studente al ministero'.
L'operazione, del valore di circa 45 miliardi di lire, comprende
anche l'acquisizione dell'80% del capitale di Assistance Service,
società dedicata prevalentemente alla progettazione e realizzazione
di reti complesse e servizi e-business, e, sempre nel settore
dell'e-business, una partecipazione di minoranza pari al 10% del
capitale in e.club, già partecipata al 20% da DSI. Anche
Tecnodiffusione Italia segue quindi l'attuale tendenza alla
metamorfosi da costruttore e distributore di prodotti a fornitore di
soluzioni complete e servizi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here