Tecniche e strumenti per gestire il dato in sicurezza

Una guida in italiano alla protezione delle informazioni critiche.

Per la fine del 2016, il traffico IP globale an¬nuale supererà la soglia dello zettabyte (mille miliardi di gigabyte). Una nuova unità di misura, necessaria per definire un'enorme mole di informazioni, in continuo aumento, la cui corretta gestione determinerà nei prossimi anni implicazioni cruciali per le attività di business di qualunque organizzazione.

Una quantità crescente di traffico Internet, sempre più originata da smartphone e tablet, e sempre meno dai classici PC. Un'informazione dove i contenuti video si espanderanno a forte ritmo, assieme ad altre varie tipologie di dati destrutturati (e-mail, pagine Web, documenti, file audio, comunicazioni sui social network).

Questa “esplosione” dei dati che transitano e vengono immagazzinati all'interno dei sistemi informativi aziendali deve necessariamente essere governata in sicurezza.

La protezione delle informazioni critiche per il business delle imprese dipende non solo dalla capacità di attuare corrette politiche di IT security, ma anche dal riuscire a garantire un'efficiente e affidabile memorizzazione dei dati tenendo presente che il “dato” cambia di valore nel corso del tempo e che la sicurezza deve essere insita nel dato stesso.

Questa guida illustra gli ultimi trend tecnologici e i principi basilari di valutazione delle alternative tecnologiche possibile.

Il white paper, in italiano, approfondisce in particolare i seguenti argomenti:

• La crescita delle informazioni in azienda
• Velocità, volume, varietà e complessità del dato
• L'importanza della sicurezza
• Gestire la security in hardware
• Gli aspetti strategici da considerare nella gestione dello storage


 













Scarica il white paper completo


CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here