Tablet: un gioco a tre?

Secondo Digitimes, il comparto dei tablet sarà appannaggio di quei player che potranno offrire oltre al dispositivo una piattaforma di contentui. E la rosa si restringe.

I big player dei pc esclusi dalla scena dei tablet?
Il singolare  punto di vista è stato espresso in questi giorni dal quotidiano taiwanese Digitimes.
Secondo la pubblicazione, infatti, per i cosiddetti pure player del mondo pc, da Hp ad Acer, da Asus a Dell, ha poco senso oggi cercare di entrare nell'agone dei tablet. Men che meno cercare di farlo in un'ottica di competizione con chi attualmente domina il comparto.
Opinione drastica, ma pare condivisa dagli operatori della supply chain operanti in estremo Oriente, secondo i quali, addirittura, già nei prossimi mesi questi pure player potrebbero abbandonare la scena lasciando campo libero agli oeratori che davvero sapranno dominarla.

L'arena dei tablet, dunque, sarebbe destinata ad avere come protagoniste aziende del calibro di Apple, Amazon e Barnes & Noble, in grado di giocare la partita non tanto sul fronte dei dispositivi, quanto su quello dei contenuti.

Saranno le piattaforme di contenuti a fare la differenza, tanto che già ora il pricing dei prodotti di Amazon e Barnes & Noble punta alla sola copertura dei costi vivi di produzione, lasciando alla vendita di contenuti la generazione di profitti.
E nessuno esclude, in futuro, delle forme di sussidio così che l'hardware sia offertoa titolo gratuito o in comodato d'uso, a fronte di formule di sottoscrizione ai contenuti premium.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome