Sybase sceglie Ibm per vendere il database

La società intende sfruttare l’hardware di Big Blue per promuovere la versione Linux di Adaptive Server Enterprise.

Sybase ha scelto niente di meno che il veicolo dell'hardware Ibm per proporre al mercato il proprio database in versione Linux. L'accordo, annunciato ma non ancora formalizzato, suona sorprendente se si pensa che Db2 e Adaptive Server Enterprise, cioè le proposte per la gestione dei dati delle due società, sono sempre stati in concorrenza.


Tuttavia esiste una precisa logica commerciale dietro l'iniziativa, che evidentemente i due partner giudicano assai strategica.


Prima di tutto, Sybase potrà aumentare in questo modo le vendite del database sfruttando la massiccia presenza in ambito server e il sicuro commitment di Big Blue verso il sistema operativo del pinguino. Un piatto che Sun, con cui Sybase è in partnership da tempo, non poteva offrire.


Per Ibm, invece, l'intesa commerciale potrà servire per allargare la propria presenza nel mercato finance, dove Sybase vanta un installato storico. E potrà anche essere utile per alzare il livello di competizione con Sun, Hp e Microsoft.


Il mercato dei database Linux, del resto, si presenta decisamente allettante: secondo Forrester Research, il valore del comparto passerà dai 300 milioni di dollari del 2003 ai 400 di quest'anno, fino al miliardo previsto per il 2007.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here