Sun certifica i servizi Web

Il Java Xml Pack rappresenta il primo prodotto “certificato” per servizi Web erogati attraverso J2ee, la piattaforma basata sul linguaggio Java.

Sun Microsystems accelera sul fronte della piattaforma Java enterprise server integrando una serie di standard relativi ai Web service. La società ha rilasciato un insieme di estensioni che consentiranno allo sviluppatore di costruire ed eseguire applicativi Xml in ambiente Java. Il Java Xml Pack rappresenta il primo prodotto "certificato" per servizi Web erogati attraverso J2ee, la piattaforma a sua volta basata sul linguaggio Java. Gli sviluppatori hanno finora potuto utilizzare solo gli strumenti approntati dalla comunità open source, ma le estensioni oggi rilasciate sono le prime a essere state sottoposte ai normali processi di certificazione. L'Xml Pack offre l'opportunità di sviluppare in modalità standardizzata i nuovi servizi basati su Xml o di adattare alla piattaforma Java servizi già pronti. Curiosamente, il nome della nuova soluzione va a sostituire quello di Jax Pack, che Sun ha dovuto modificare per questioni di copyright. L'estensione non prevede tuttavia il supporto delle directory Uddi e del Web services description language (Wsdl), due tessere fondamentali del mosaico dei servizi Internet. Sun ha promesso di rimediare a questa omissione in un nuovo Pack che sarà disponibile tra un mese. L'aggiunta attualmente in fase di sviluppo sarà un plug in destinato ai principali tool di sviluppo Java, una apparente risposta di Sun a una analoga iniziativa di Ibm, Eclipse.org. Il Java Web Services Pack sarà in grado di stabilire una connessione tra le specifiche Xml e i tool di sviluppo. Non sono stati resi noti altri dettagli ma è probabile che questo secondo set di estensioni rappresenti un unico punto di riferimento per protocolli come Soap (Simple object access protocol) e il linguaggio Wsdl.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here