Home Digitale Streaming video, 250 milioni le case con un abbonamento attivo

Streaming video, 250 milioni le case con un abbonamento attivo

Il numero di case in cui si paga per i servizi di streaming video come Netflix e Amazon Video ha superato i 250 milioni in tutto il mondo nel mese di dicembre 2017. Si prevede che tale numero raggiungerà quasi 300 milioni entro la fine di quest’anno e oltre 450 milioni entro il 2022. Questi i dati che emergono da uno studio condotto da Strategy Analytics alla fine del 2017.

Più in dettaglio, il numero totale di abbonamenti video in streaming ha raggiunto i 345 milioni alla fine del 2017. La spesa media mensile delle famiglie per i servizi video in streaming è aumentata del 5% nel corso dell’anno, raggiungendo i 9,46 dollari. Ogni famiglia ha usato in media 1,39 servizi.

Nello streaming video, in Italia siamo all’8%

Gli Stati Uniti hanno la più alta penetrazione dei servizi di streaming video, con il 59% delle famiglie che ne utilizzavano almeno uno alla fine del 2017. Seguono il Canada con il 51%, Norvegia (46%), Svezia (45%), Finlandia (44%), Australia (36%), Corea del Sud (35%), Regno Unito (34%), Danimarca (33%), Giappone (29%), Germania al 19%, Francia al 14% e Spagna al 9%.

L’Italia è ventesima con l’8% a pari della Svizzera, mentre spetta all’India l’ultimo posto nella lista con il 3%, preceduta dalla Russia con il 5%.

Lo afferma Strategy Analytics a fronte di un indagine condotta alla fine del 2017. In Italia solo l’8% delle famiglie paga per un abbonamento a Netflix o Prime Video

Va però precisato che lo studio ha esaminato i principali servizi Netflix, Amazon Prime Video, Hotstar, Hulu, Vlu e iFlix. Non comprendeva invece servizi televisivi a pagamento come NowTV, DirecTV, Infinity o TIMVision.