Stk, il nome dello storage di Sun?

Ultimata l’acquisizione, di vocifera di brand. Tutto lo storage Sun finirebbe dentro Storagetek, a vantaggio dell’Information lifecycle management.

Ieri è arrivata l'approvazione da parte degli azionisti StorageTek, e da oggi si guarda al futuro.


E si vocifera già, di riorganizzazione del lavoro.
L'acquisizione da parte di Sun sta infatti per configurare un nuovo attore dello storage e dell'Ilm, caratterizzato da una notevole forza, conferita dall'eterogeneità delle soluzioni.


Per il momento sono solo indicazioni, dato che non ci sono annunci ufficiali.
Ma la sostanza è che Sun dovrebbe spostare il proprio intero portafoglio di prodotti soluzioni di storage alla neoacquisita, compresi gli array di classe enterprise TagmaStore che la società prende da Hitachi Data Systems, per rivendere.


Tutto dovrebbe avere brand StorageTek, mentre il nome StorEdge sarebbe destinato a essere eliminato.
Rinforziamo l'uso del condizionale, ma le prime voci che arrivano dagli Stati Uniti, da quei partner che con le due società collaborano da anni, vanno in questa direzione, con un canale che si interroga come saranno destinati a convivere i partner dell'una e dell'altra società.


Del resto, il brand StorageTek ha già una collocazione riconosciuta nel contesto dell'Ilm (Information lifecycle management) e la linea di prodotti Sun, inclusi i server, Solaris e Java, andrebbero ad arricchirne il raggio d'azione, con un'offerta che va dai grandi array ai nastri. E dovrebbe anche razionalizzare e mettere a profitto tutte quelle acquisizioni compiute nell'ultimo decennio da Sun in campo storage, da Encore e MaxStrat (array) a Red Cape, da Highground Systems (resource management) a Pirus Networks (provisioning).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here