Sky Q con HDR e Spotify, in arrivo l’app per la Smart Tv

Sky Q

Sin dalla prima presentazione Sky ha messo ben in evidenza come Sky Q non fosse un’evoluzione del suo tradizionale decoder.

È invece una piattaforma destinata a vedere numerosi sviluppi, destinati a migliorare e rendere sempre più coinvolgente il suo utilizzo. Ora arriva la conferma di tale affermazione.

La società ha infatti anticipato l’arrivo della prima importante integrazione di servizi e di funzioni che gradualmente saranno aggiungi a partire dal prossimo mese di marzo.

Ha inoltre annunciato una partnership con Spotify, il noto servizio di streaming musicale. Tale accordo renderà possibile l’accesso a Spotify direttamente dall’interno del menu di Sky Q.

Sky Q sempre più personalizzato

L’obiettivo delle nuove funzionalità, per usare le parole di Sky, è “rendere ancora più facile trovare e godere dei contenuti che si amano. La possibilità di una maggiore personalizzazione in base alle abitudini di visualizzazione di una famiglia garantirà di ricevere i contenuti più pertinenti”. Allo stesso tempo, sarà estesa la funzionalità Voce di Sky Q per dare la possibilità di richiedere suggerimenti personalizzati come "mostra i film per me".

Al fine di creare un'esperienza visiva ancora migliore, verrà introdotta una nuova interfaccia panoramica. L’obiettivo è aiutare i clienti a navigare in un mix di sezioni personalizzate e curate di contenuti. Una homepage di nuova concezione che include Registrazioni più recenti e Canali preferiti insieme a selezioni curate editorialmente di Box Set, Film e Catch-Up TV, permetterà di accedere ai contenuti preferiti in modo più rapido e semplice.

La sezione Sport sarà personalizzata in base agli sport e alle squadre preferite, integrandosi perfettamente con l'app Sky Sports, garantendo ai clienti la possibilità di sapere sempre cosa c'è e quali sono le ultime novità.

Più contenuti 4K e arriva l’HDR

Sky sottolinea inoltre che quest'anno raddoppierà la quantità di contenuti Ultra HD disponibili, arrivando a oltre 1.000 ore, inclusa l'intera saga di Spider-Man. In aggiunta, ci sarà il lancio di HDR, per dare ai clienti con televisori 4K “a definizione e la chiarezza più stupefacente disponibile”, sostiene Sky.

Tuttavia, ricordiamo che per poter vedere i contenuti in HDR è necessario disporre di un TV dotato della tecnologia HLG (Hybrid Log Gamma). La si trova facilmente nei Tv prodotti a partire dallo scorso anno. Lg, Panasonic, Samsung e Sony hanno rilasciato anche gli aggiornamenti per abilitare HLG anche su alcuni modelli del 2016.

L’app per Smart TV

Una nuova modalità Kids renderà Sky Q uno dei luoghi più sicuri per i bambini per guardare la TV, dando ai genitori la tranquillità su ciò che i loro figli possono accedere e guardare, offrendo allo stesso tempo un ambiente divertente per il pubblico più giovane. La portata e l'accessibilità di Sky Q sarà inoltre estesa con la possibilità di trasmettere contenuti in streaming a più dispositivi contemporaneamente.

Non solo. È previsto l’arrivo di un'applicazione Sky Q per Smart TV e dispositivi di terze parti, per consentire, afferma Sky, “a un numero ancora maggiore di persone di godere dell'esperienza Sky Q”. Non è però chiaro se e come tale app richiederà l’uso del decoder o se potrebbe essere la via di accesso al servizio tramite Internet di cui la società ha parlato a gennaio.

Sky Q

Spotify su Sky Q

Come anticipato, in primavera il servizio di streaming musicale Spotify, sarà integrato in Sky Q. I primi a beneficiare di questa opportunità saranno gli utenti del Regno Unito e dell’Irlanda, dove è già disponibile la sound bar Soundbox. Sky precisa infatti che “insieme al recente lancio di Sky Soundbox, la nuova partnership offrirà ai clienti un'impostazione semplice per una soluzione di alta qualità per la musica domestica”.

Tramite Sky Q sarà possibile utilizzare il servizio gratuito di Spotify, che prevede l’inserimento di messaggi pubblicitari e l’ascolto secondo una sequenza casuale dei brani selezionati, o accedere al proprio account premium. Ricordiamo che Soundbox permette anche di ricevere l’audio in streaming anche tramite AirPlay o Bluetooth.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome