Spesa It: nel 2010 un leggero recupero

Per Gartner gli investimenti mondiali cresceranno del 3,3%. Determinanti il cloud e i cicli di sostituzione

In quest'ultima parte dell'anno è inevitabile cercare di tirare le fila su quel che è lo stato degli investimenti in It e cercare di trovare qualche indicatore che aiuti a delineare le prospettive per l'anno a venire.

Lo ha fatto Gartner, che ha esaminato la spesa It mondiale, decretando per fine 2009 un -5,2% del mercato, che scende a un -6,9% se si anlizza solo la spesa corporate.

Nondimeno qualche segnale di incoraggiamento si vede, tanto che Gartner si sbilancia a delineare per il 2010 una spesa It di 3.300 miliardi di dollari, in crescita del 3,3% rispetto al 2009.

Non si tratta certo di un ritorno ai livelli del 2008, tiene a precisare Gartner, che non è prevedibile prima del 2012. Il 2010, piuttosto, vedrà i Cio impegnati nel trovare il necessario equilibrio tra costi, rischi e crescita, il tutto con budget che nel 50% dei casi resteranno fermi agli stessi livelli di quest'anno. Il volano potrebbe rimettersi in moto nel 2011, per poi arrivare l'anno successivo al vero e proprio recupero.

Per quanto riguarda le voci di spesa, Gartner ritiene che l'hardware resterà piatto rispetto al 2009: per quest'anno si prevede una chiusura a 317 miliardi, con un -16,5% rispetto al 2008.

In crescita, invece, le Tlc, che nel 2009 sono destinate a chiudere a 1.900 miliardi, in calo del 4%: per il 2010 la società di analisi si attende un +3,2% di incoraggiamento. Crescono pure i servizi It, che dovrebbero chiudere a 781 miliardi nel 2009 e che dovrebbero registrare un +4,5% nel 2010, mentre al software (-2,1% nel 2009) l'anno prossimo dovrebbe riservare una crescita del 4,8%.

Ci sono poi delle considerazioni di merito, che Gartner presenta come indicatori chiave per il prossimo anno.

In primo luogo, secondo la società di ricerca si assisterà a un passaggio da spese di capitale a spese operative: passaggio che trova nel paradigma cloud il proprio driver, in un'ottica di sempre maggiore scalabilità ed elasticità dei costi It.

In secondo luogo, nei loro budget i Cio e i responsabili degli uffici acquisti dovranno tener conto di possibili spese di sostituzione di hardware e periferiche, a causa della naturale obsolescenza di parchi installati, il cui fine vita è stato ritardato nell'ultimo anno.

Il ciclo di replacement secondo Gartner deve iniziare, per non rischiare oneri di sostituzione eccessivi nel 2011.

Infine, il terzo aspetto che l'analista tiene a sottolineare è la necessità che nel prossimo anno i Cio diventino effettivi interlocutori nelle decisioni strategiche, attribuendo all'It un benchmark in relazione all'impatto sul business.

Infine, per quanto riguarda le aree di investimento, Gartner ne identifica tre: Business intelligence, virtualizzazione e social media.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here