Sosta gratis (a Torino) per chi paga con lo smartphone

Si svolgerà domani, 5 aprile, in occasione del No Cash Day, la giornata promossa in tutta Europa dall’associazione italiana CashlessWay per sensibilizzare i cittadini all’utilizzo responsabile della moneta e ai vantaggi dei pagamenti digitali, l’iniziativa promossa dal Consorzio Torinese Movincom e dalle App Sostafacile e MyCicero.
Intenta a mostrare i vantaggi del mobile payment, durante la sesta edizione della manifestazione europea contro il contante, proprio il Consorzio torinese Movincom regalerà la sosta a tutti coloro che utilizzeranno una delle due APP per pagare il proprio parcheggio sulle strisce blu GTT del capoluogo piemontese, tra le nove finaliste candidate a conquistare il titolo di Capitale Europea dell’Innovazione.
L’iniziativa, valida anche per tutta la giornata di mercoledì 6 aprile, prevede che l’utente utilizzi, via smartphone, l’App SostaFacile o l’App MyCicero, due delle sette applicazioni che permettono il pagamento della sosta utilizzando un dispositivo mobile.
Il “borsellino sosta” integrato nelle due app come sistema di pagamento dovrà, naturalmente, essere stato precedentemente caricato con il circuito di mobile payment Bemoov, sviluppato nel 2010 dal Consorzio torinese Movincom, nato nel 2008 proprio per favorire lo sviluppo organico del mobile business in Italia.
Chi lo farà, otterrà un rimborso dell’intero importo speso per il parcheggio.
Il rimborso avverrà automaticamente nei giorni successivi, al termine dell’iniziativa.

Mobilità driver per diffondere i sistemi di pagamento digitale

Proprio la mobilità risulta essere il driver principale per la diffusione dei sistemi di pagamento digitale via mobile in Italia e in Europa.
A confermarlo sono anche i dati di una ricerca svolta da Movincom nei primi mesi del 2016 sugli utenti dei servizi di m-payment.
Stando a quanto riferito dai circa mille rispondenti, emergerebbe che lo sviluppo della rete di servizi di mobilità è ciò che gli italiani chiedono di più a un sistema di pagamento mobile.
Gli utenti di servizi di mobile payment interpellati hanno, infatti, indicato tra i più utilizzati i servizi dedicati al trasporto pubblico locale, al pagamento della sosta e del parcheggio in struttura o all’acquisto dei biglietti ferroviari, che hanno occupato i primi sette posti su dieci nel sondaggio messo a punto dal Consorzio Torinese.

Vince la facilità d’uso

Di fronte alla necessità di muoversi ogni giorno, non solo per lavoro, i nuovi sistemi di mobile e digital payment permettono di risolvere una serie di incombenze in modo più semplice e veloce rispetto al passato.
Proprio il fattore “comodità” risulta di primaria importanza, addirittura rispetto a un aspetto come quello del risparmio, per colmare progressivamente il digital payment divide che ancora affligge l’Italia.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here