Sony Ericsson, in perdita il 2001

La joint-venture nata ufficialmente lo scorso 1° ottobre conta però di produrre utili già a partire dal prossimo anno

Sony Ericsson, la joint-venture siglata lo
scorso ottobre tra il produttore giapponese Sony e quello svedese Ericsson, ha
annunciato che chiuderà in perdita il 2001. In realtà, l'obiettivo prefissatosi
dal numero tre nel mercato mondiale della telefonia cellulare - alle spalle
della finlandese Nokia e della statunitense Motorola - era quello di
chiudere con il segno positivo i propri primi tre mesi di vita. Un traguardo
«ragionevolmente difficile da raggiungere visto che nel frattempo molte
'cose' sono cambiate
», ha affermato Kurt Hellstrom, Ceo di Ericsson.

Una serie di 'cose' quantificabili, secondo Dagens Industri, in una
previsione di perdita pari a circa due miliardi di corone svedesi. Un dato
questo non confermato da Hellstrom che per Sony Ericsson ribadisce sia
l'obiettivo di utile, già a partire dal prossimo anno, sia quello di conquista
della leadership di mercato entro il breve periodo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here