SonicWall assicura il telelavoro

La casa di Sunnyvale ha presentato Tele3 Tzx, che crea una trusted zone, separando la rete domestica del telelavoratore dalla connessione di accesso remoto con la LAN aziendale.

11 novembre 2002 SonicWall è soprattutto nota per i firewall ma, in realtà, dispone di un portafoglio completo di soluzioni: dagli antivirus agli acceleratori SSL (Secure Socket Layer), passando per le VPN (Virtual Private Networks) e altro ancora. Una vasta esperienza che ha portato l'azienda a proporre soluzioni integrate nonché architetture per la distributed security.

Proprio in quest'ultimo campo, la casa di Sunnyvale ha rilasciato nuove soluzioni che estendono alle reti domestiche la sicurezza dell'accesso remoto. Davide Carlesi, country manager di SonicWall in Italia, ha affermato: «Il telelavoratore e i lavoratori mobili stanno facendo perdere il controllo al security manager. A queste figure, infatti, viene fornito un accesso remoto che, in generale, può essere utilizzato anche dal resto della famiglia, ma i suoi membri non hanno le stesse policy di sicurezza».

Si viene a creare un rischio per l'azienda, ma d'altro canto la fornitura dell'accesso anche a uso privato è spesso impiegato come incentivo per il telelavoro. SonicWall ha una soluzione al problema: il dispositivo integrato Tele3 Tzx, ultimo arrivato di una serie di apparati per i “telecommuter”. In pratica, l'apparecchio fornisce una rete locale casalinga con accesso condiviso a Internet, separandola fisicamente dall'accesso alla rete aziendale del telelavoratore creando una “trusted zone”, appunto Tz. Il lavoratore, quindi, si collega alla LAN della propria società con una porta dedicata, le cui policy di sicurezza sono impostate a priori e definite in ambito aziendale.

Più in dettaglio, Tele3 Tzx dispone di una porta verso un router, una porta per la connessione di accesso remoto del telelavoratore e di quattro porte switched MDI-X (Media Dependent Interface crossed) per creare una LAN. Oltre a questo, il dispositivo fornisce funzionalità integrate di firewall, antivirus (in collaborazione con McAfee), content filtering, gestione remota della banda (per garantirla al telelavoratore) ed email blocking avanzato. Il firewall è di tipo stateful inspection (5 nodi) con prestazioni da 75 Mbps. A questo si aggiunge anche un gateway per le VPN IPSec con perfomance da 20 Mbps.

La soluzione fornisce la sicurezza e restituisce il controllo al system manager aziendale, che può amministrare il tutto, grazie a SonicWall Global Management System, la console di gestione centralizzata per monitorare e configurare le appliance della società statunitense da remoto. Il prezzo di listino è di 840 euro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here