Sistri: dal 23 al 25 novembre i primi test

Vedranno coinvolti i soggetti produttori di rifiuti speciali con oltre 10 dipendenti, le aziende di trasporto, gli impianti di gestione e la filiera dei rifiuti urbani della Regione Campania. I test per le micro imprese si terranno dopo il 15 dicembre.

In collaborazione con le associazioni di categoria maggiormente
rappresentative, il Ministero dell’Ambiente ha predisposto affinché nei
prossimi 23, 24 e 25 novembre siano effettuati i primi test di funzionamento
del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), al fine di
verificare l’efficacia del funzionamento delle tecnologie utilizzate e la
validità delle procedure individuate.

Più in dettaglio, è stato concordato che il 23 e il 24 novembre il
test sarà effettuato dai soggetti produttori di rifiuti speciali con oltre 10
dipendenti, dalle imprese di trasporto e dagli impianti di gestione, mentre il
25 novembre il test sarà dedicato alla filiera dei rifiuti urbani della Regione
Campania.

Nei tre giorni di test saranno coinvolti tutti i soggetti che
dovranno rispettare la data di partenza del 9 febbraio 2012. Complessivamente
si tratta di circa 73.000 produttori, 20.000 trasportatori, 10.000 impianti e
551 Comuni, gli enti e le imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione
Campania.

Ricordiamo che la pianificazione prevista dalla legge inerente il
controllo della tracciabilità dei rifiuti prevede che entro il 15 dicembre 2011
sia completata l’attività di esame e valutazione dei risultati del test.

Successivamente a tale scadenza verranno comunque organizzati ulteriori
test dedicati, in particolare, alle imprese fino a 10 dipendenti, per le quali
l’avvio del SISTRI è fissato dopo l’1 giugno 2012 (la data la stabilirà con un
decreto il Ministro dell’Ambiente).

Per la realizzazione dei test è stato adottato un approccio
incrementale, articolato in successive fasi, ciascuna composta da preparazione
degli utenti ai test, esecuzione dei test, valutazione dei risultati con
l’individuazione dei miglioramenti da accogliere, adeguamento del sistema con
il recepimento delle modifiche e delle semplificazioni da apportare.

Al fine di garantire piena efficacia ai test e la significatività
dei ritorni, avverte il Ministero dell’Ambiente, gli utenti dovranno utilizzare
il sistema in una situazione di reale operatività, utilizzando
contemporaneamente sia la modalità cartacea sia quella informatica del SISTRI. E’
inoltre importante coinvolgere tutti gli operatori appartenenti alla filiera, così
da verificare in modo trasparente il percorso del rifiuto dalla produzione alla
sua destinazione finale. Nella giornata dei test dovrà, dunque, riscontrarsi
un’effettiva produzione, movimentazione e gestione dei rifiuti.

Per partecipare ai test e garantire un efficace ritorno delle
esperienze maturate il Ministero consiglia di consultare il Portale SISTRI, in particolare le “Guide
rapide”.

Alternativamente, per qualsiasi informazione, chiarimento e
supporto operativo è disponibile il Contact Center del SISTRI che può essere
contattato al numero verde 800.00.38.36 o
all’indirizzo supportotecnico@sistri.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here