Sistemi Erp: tutte le strade per l’implementazione

L'ultima parte della guida all'Erp si occupa dell'implemetazione dei progetti da parte delle aziende e dei collegamenti con il mondo del commercio elettronico. A questi indirizzi trovate prima, seconda e terza parte.

Esistono differenti modi da parte delle aziende per seguire i progetti Erp. La modalitòà cosiddetta big bang costituisce il più ambizioso e di difficile approccio. Le aziende hanno eliminato tutti i loro sistemi legacy e installato un unico sistema Erp per tentare il cambio immediato.
La maggior parte delle storie di implementazione Erp della fine degli anni 90 raccontano di aziende che hanno usato questa strategia. Cercare la collaborazione di tutti e accettare un nuovo sistema software è uno sforzo enorme, soprattutto perché il nuovo sistema non avrà alcun sostenitore. Nessuno all'interno della società ha alcuna esperienza, quindi nessuno è sicuro se funzionerà.

Inoltre, il nuovo sistema comporta inevitabilmente compromessi. Molti dipartimenti dispongono di sistemi informatici che soddisfano le modalità di lavoro. Nella maggior parte dei casi, l’Erp non offre né la gamma di funzionalità né il comfort di familiarità che un sistema legacy può offrire.

Franchising. Questo approccio si adatta a grandi aziende che non condividono processi comuni in tutte le unità aziendali. Sistemi indipendenti di Erp vengono installati in ciascuna unità , mentre collegano processi comuni, come la contabilità in tutta l'impresa. Questo è il modo più comune per l’implementazione.

Nella maggior parte dei casi, le unità aziendali dispongono ciascuna di proprie "istanze" di Erp - un sistema separato e un database. I sistemi si collegano solo per condividere le informazioni necessarie per ottenere una visione d'insieme o per processi che non si discostano molto da quelli della business unit.
Di solito, questi progetti  iniziano con un'implementazione dimostrativa in un'unità commerciale particolarmente aperta e paziente in cui l'attività principale della società non sarà interrotta se qualcosa va storto. Una volta che il sistema è in esecuzione, si passa ad altre unità utilizzando la prima implementazione come riferimento. Questa strategia richiede molto tempo.

Dritti all'obiettivo. In questo metodo l'attenzione è su alcuni processi chiave, come quelli contenuti nel modulo finanziario. Utilizzato generalmente da aziende più piccole che prevedono di crescere, punta a ottenere un’operativitività veloce del sistema. Pochissime aziende che hanno affrontato Erp in questo modo possono richiedere un ritorno veloce. Molti scoprono infatti che alla fine si tratta poco più di un sistema legacy perché non forza i dipendenti a cambiare le vecchie abitudini. Fare il duro lavoro di riorganizzazione del processo dopo che il sistema è installato può essere più impegnativo.

Erp
On demand. È probabile che questo approccio si verifichi in aziende di piccole o medie dimensioni stanche di utilizzare fogli Excel e in grandi aziende che dispongono di operazioni massive che non saranno mai in grado di standardizzare su un sistema. In questo caso, le aziende si rivolgono a soluzioni cloud che possono offrire tempi di esecuzione più rapidi, aggiornamenti più facili e più frequenti, riduzione dei costi.

Come funziona con l’ecommerce?

I fornitori di Erp non erano preparati per l'ecommerce perché l’Erp non destinato al consumo pubblico. Se prima le  persone che accedevano alle informazioni sugli ordini erano i dipendenti, con l'ecommerce anche clienti e fornitori richiedono l'accesso alle stesse informazioni  - stato dell'ordine, livelli di inventario, riconciliazione delle fatture - però senza utilizzare il linguaggio del software. Utilizzare l’ecommerce significa che i dipartimenti It devono costruire due nuovi canali di accesso ai sistemi Erp - uno per i clientie uno per i fornitori e partner. Questi utenti desiderano due diversi tipi di informazioni dal sistema.

Internet non si ferma mai

Per le aziende intelligenti - o fortunate - che hanno acquistato i propri sistemi Erp da un fornitore esperto nello sviluppo di prodotti di ecommerce, l'aggiunta di applicazioni  può essere un'opzione che consente di risparmiare denaro. Per le aziende i cui sistemi Erp provenivano da fornitori meno esperti l'opzione migliore, se possibile, potrebbe essere quella di avere una combinazione di personale interno e consulenti che incidono su un'integrazione personalizzata.

Uno degli aspetti più difficili dell'integrazione di Erp ed ecommerce è che Internet non si ferma mai. Le applicazioni sono grandi e complesse e richiedono manutenzione. La scelta è rigida se l'Erp è collegato direttamente al web perché si chiude momentaneamente l’Erp per la manutenzione. Per questo in molti preferiscono realizzare  una struttura flessibile per i collegamenti Erp ed ecommerce in modo che possano mantenere le nuove applicazioni di commercio elettronico in esecuzione sul web mentre chiudono il software per aggiornamenti e correzioni.

La difficoltà di fare lavorare insieme Erp e commercio elettronico ha portato le aziende a considerare il software noto come middleware. Queste applicazioni agiscono come traduttori di software che prendono informazioni dall’Erp e lo trasformano in un formato che il commercio elettronico e altre applicazioni possono capire. Il middleware è migliorato notevolmente negli anni e, sebbene sia difficile vendere e dimostrare il suo Roi, può aiutare a risolvere molti dei più grandi problemi di integrazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here