Siemens chiude il 4°Q in pesante perdita

I risultati finanziari riportati includono i costi occasionali e le perdite registrate nel 2001 da Infineon Technologies, la sussidiaria che si occupa dei semiconduttori

La crisi che ha investito pesantemente il
settore high-tech ha lasciato segni tangibili su Siemens. Il colosso della
telefonia tedesco ha infatti riportato un'ingente perdita netta nel quarto
trimestre di quest'anno pari a 1,1 miliardi di euro. Di questi, 532 milioni di
euro provengono dai costi occasionali e dalle perdite registrate da Infineon
Technologies, la sussidiaria che si occupa dei semiconduttori.
Un anno fa la
società aveva riportato entrate nette per 1,14 miliardi di euro.
In compenso,
nel quarto trimestre 2001, le vendite registrate sono state di 24,5 miliardi di
euro, il 3% in più rispetto a quei 23,7 miliardi del corrispondente trimestre
2000.
I risultati finanziari di Siemens per l'anno fiscale conclusosi lo
scorso 30 settembre restano comunque 'in nero', anche se piuttosto discrepanti
rispetto alle previsioni fornite dalla stessa società. Le entrate nette del 2001
- incluse quelle di Infineon Technologies - sono state di 2,1 miliardi di euro,
il 70% in meno rispetto ai 7,9 miliardi di euro riportati nell'intero anno
fiscale 2000.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here