Siebel torna a puntare sull’hosted Crm

Due anni dopo aver tentato il primo ingresso nel mercato dei servizi Crm hosted, la società riprova a entrare nello stesso segmento.

19 novembre 2003 Due anni dopo aver tentato il primo ingresso nel mercato dei servizi Crm hosted, Siebel Systems riprova a entrare nel segmento, convinta di poter superare Saleforce.com dal prossimo anno. Tom Siebel, presidente e Ceo della società, ne è sicuro. Fin dall'inizio Saleforce.com si è posizionata prima nel mercato dell'hosted Crm e ormai conta 8mila clienti per un totale di 120mila postazioni. Di contro, Siebel Crm OnDemand non sarà disponibile prima di un mese. Secondo quanto riferito dal Ceo, tanti clienti sono, però, già operativi con la beta, anche se non è dato sapere il numero delle postazioni.
Ad oggi, Siebel conta circa 4.500 clienti per tutta la sua offerta software, soprattutto tra le grandi imprese, e le sue applicazioni sono usate su un totale di 2 milioni di postazioni. Secondo gli analisti, l'intento della società di superare Saleforce.com non è del tutto impossibile, anche se difficile. La vera questione è se Siebel riuscirà a offrire i business hosted senza cannibalizzare le vendite di software, che contribuiscono per la maggior parte al suo fatturato. La società aveva già incontrato lo stesso problema anni fa, quando aveva rilasciato Sales.com e si era trovata costretta a interrompere le vendite dal momento che tanti clienti si stavano spostando dal business software. Tom Siebel ha, però, fatto notare che le cose saranno diverse questa volta. Le società sono ormai pronte a dare a terzi la gestione delle applicazioni. Inoltre, Siebel vanta ora il supporto marketing e di sviluppo di Ibm. Legalmente Crm OnDemand è, infatti, una joint venture tra le due.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here