Si rinnovano i notebook di Elettrodata

Integrata da nuovi modelli la famiglia Nev@da, mentre la società annuncia un incremento del 51,4% nel fatturato per i primi nove mesi del 2002.

Non tutto va poi così male nel panorama dell'informatica italiana. Lo dimostra un'azienda come Elettrodata, che perdipiù lavora in un contesto, quello dei personal computer, dato in forte contrazione un po' ovunque. La società, infatti, ha annunciato un andamento dell'esercizio 2002 più che positivo, visto che gli oltre 83 milioni di euro di fatturato realizzati da gennaio a settembre corrispondono a un'ascesa del 51,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Molto si deve alla vittoria nella gara Consip dello scorso gennaio, che si è concretizzata nella vendita di 24mila pc alla Pubblica amministrazione centrale. "Ma anche non considerando questo fatto - ha commentato il presidente di Elettrodata, Lorenzo Zubani - registriamo comunque un incremento di fatturato del 10,2%".
Sullo slancio, la società ha provveduto all'aggiornamento della gamma di notebook Nev@da, ormai tutti equipaggiati con il processore Intel Mobile Pentium 4. Al top di gamma si segnala la serie Mx, che integra in bundle una memoria flash Pen Drive Usb da 16 Mb, per la memorizzazione di dati critici su un supporto esterno di facile trasportabilità. Le macchine sono dotate anche di scheda Svga con chip GeForce Go 100/200, adattatore Lan 10/100 Mbit, modem/fax da 56K e vari slot per le periferiche.
La serie Z, invece, si segnala per la presenza del chip Pentium 4 da 2 GHz con Socket 478, che ha aumentato, rispetto al precedente 423, il numero di pin per offrire una maggiore stabilità complessiva. Da rilevare anche un hard disk da 30 Gb con sistema antishock Dasp. Anche la serie Gp, infine, possiede la stessa dotazione componentistica, aggiungendo un chipset Sis 630S per la gestione della scheda video e Ddram base da 128 Mb.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here