Si rinnova e si riunifica la linea midrange di Ibm

Oltre ad annunciare nuovi modelli sia nella famiglia As/400 che fra leRs/6000, Ibm ha confermato che le due linee, assieme ai pc server, avranno marketing e vendite comuni.

As/400, Rs/6000 e pc server hanno, nell'offerta Ibm, origini assai
diverse. I primi sono lo "zoccolo duro" del mercato dei sistemi informativi
aziendali medio-piccoli, soprattutto in Italia, e rimangono gli unici eredi
della lontana tradizione dei minicomputer. Le seconde sono nate come
workstation tecniche per il mondo Unix e lì hanno inizialmente messo
radici. I pc server, infine, rqappresentano l'inevitabile adattamento a
quella parte di mercato che chiede a gran voce sistemi potenti, ma ad
architettura Intel e con sistema operativo Windows Nt.
Segno dei tempi, ora questi prodotti tendono sempre più a confondersi, al
punto che Big Blue ha deciso di considerarli tutti server, unificarli
almeno sul piano marketing/commerciale e proporli come soluzioni per
l'electronic business destinati alle medie e piccole aziende. L'intenzione
è stata confermata, dopo l'ultima tornata di annunci, che riguarda
contemporaneamente tutte e tre le famiglie sopracitate. Dei Netfinity 3500
abbiamo già dato notizia su queste pagine. Nell'area As/400, si segnala
l'arrivo del modello Server 170, con sistema operativo aggiornato in grado
di far girare applicazioni Java e fornire supporto da 50 a varie centinaia
di utenti Lotus Domino. Il più piccolo Server 150, invece, si presenta con
maggiori possibilità di connessioni per periferiche e migliori capacità
di
storage. Sul fronte delle Rs/6000, infine, l'Enterprise Server F50, già in
circolazione dallo scorso anno, monta ora un Power Pc a 332 MHz, ossia il
doppo rispetto al passato.
L'occasione è stata utile per ribadire l'intenzione di offrire questi
prodotti sotto un'unica bandiera marketing e commerciale. Bersaglio di
riferimento sarà lo small/medium business, inteso "all'americana", ovvero
per realtà con meno di mille dipendenti. " stato calcolato che in questa
categoria d'utenza rientra l'80% della forza lavoro impiegata a livello
mondiale e il 40% della spesa informatica globale. Per il monento, appare
ancora poco chiaro come queste decisioni impatteranno sui canali esistenti,
né tantomeno sui rispettivi business partner.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here