Si riapre la trattativa sulle tariffe flat

L’Authority per le comunicazioni si è attivata per chiedere a Telecom di garantire a operatori e provider una offerta di collegamento alla rete basata su un’offerta forfettaria. Le prime reazioni da parte degli operatori sono orientate allo scetticismo.

La tariffa flat non rappresenta certo una novità, nè nel nostro Paese e tantomeno all'estero, ma periodicamente sembra tornare al centro dell'attenzione. Non è che le esperienze avviate nel passato abbiano dato risultati particolarmente esaltanti, ma questa soluzione sembra comunque godere di una certa credibilità. Al punto che la Authority per le comunicazioni ha deciso di realizzare entro l'autunno una tariffa flat basata su una contrattazione forfettaria. Nello stesso tempo chiederà a Telecom di garantire a operatori e provider un'offerta a prezzo fisso.
Di fatto la richiesta dell'Authority viene incontro alle richieste dell'Aiip e di Galactica in particolare che chiedevano una offerta di servizi di connessione "all'ingrosso" ovvero con la possibilità di rivendita al consumatore finale. Ma se la forma è salva la sostanza è ancora in discussione in quanto il valore di questo modello di vendita di connettività dipende fondamentalmente dal prezzo cui viene proposto al pubblico e su questo tema il dibattito è ancora aperto. Si parla infatti di una soglia massima di 165mila lire altre la quale questa soluzione non risulta più competitiva. E molti operatori sembra per l'appunto scettici proprio su questo tema, temendo che l'iniziativa si possa arenare proprio sullo scoglio costituita da prezzi eccessivamente elevati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here